BMW Serie 2 Gran Coupè 2020: PROVA SU STRADA prezzi e consumi della nuova berlina coupè

Non perde la dinamicità delle berline dell'elica, con prezzi a partire da 32 mila euro

La nuova BMW serie 2 Gran Coupè aggiunge un altro tassello all'offensiva delle berline del marcio dell'elica, con un nuovo segmento inedito per BMW. Design carismatico e vivace, che strizza l'occhio ai giovani, ma con una dinamica su strada che si identifica subito con i prodotti della casa bavarese.

La nuova BMW Serie 2 Gran Coupè è l’ultima arrivata dell’offensiva delle berline del produttore bavarese, con la quale cerca di avvicinarsi maggiormente a degli acquirenti giovani e dal buon gusto, offrendo un’auto dal design maturo ma vivace al tempo stesso, che porta con sé una delle più grandi rivoluzioni che sta caratterizzando le vetture più compatte di BMW: la trazione anteriore. Con la più piccola Serie 1 condivide infatti la piattaforma FAR, allungandone la carrozzeria di circa 20 cm, arrivando ora ad una lunghezza di 4,526 metri. Volgarmente potrebbe sembrare questo l’intento di BMW, presentando la nuova Serie 2 Gran coupè. Ma in realtà si tratta di un’operazione più sofisticata, che getta le basi sul successo mondiale ottenuto da un’operazione analoga avvenuta fin dal 2012 per la Serie 6 Gran Coupè, passando per la Serie 4 ed infine anche la Serie 8.  In questo modo si riempie un’ulteriore nicchia di mercato per il brand bavarese, andando ad impensierire quella nicchi di mercato premium, fino ad oggi popolata solo da Audi A3 Sedan e Mercedes A Sedan o CLA.

Nuova BMW Serie 2 Gran Coupè, design muscoloso e carico nel posteriore

Anche la BMW Serie 2 Gran Coupè presenta quella linea ascendente lungo la fiancata che caratterizza la Serie 1, che parte fin prossimità del passaruota frontale e risale fino a raccordarsi con il gruppo ottico posteriore. Nel frontale non si ritrovano molte novità, presentando il design accigliato dei gruppi ottici che evidenzia, al centro, il nuovo doppio rene di BMW, maggiormente sottolineato data la sua importante dimensione e la sua finitura cromata. La fiancata appare abbastanza carica, nonostante sia stato leggermente abbassato il tetto senza compromettere l’abitabilità. Spostando lo sguardo al posteriore, troviamo i nuovi i gruppi ottici LED di ispirazione serie 8 e X4, dalla forma davvero sottile e a sviluppo orizzontale, collegati da una sottile linea nera lucida. La coda è massiccia e raccolta, dalle forme compatte e che integra un piccolo elemento aerodinamico, più evidenziato nella versione M235i. Troviamo poi il terzo montante allungato, il caratteristico gomito della terza luce laterale e le portiere prive di cornice, in pieno stile Gran Coupè di BMW. Qui nelle immagini possiamo vedere un esemplare dotato di allestimento MSport, con assetto ribassato e un look più sportiveggiante, come ci ha sempre abituato la casa dell’elica.

Interni sportivi e ben rifiniti, soprattutto con l’allestimento M Sport. Nuove le luci ambientali multicolore

Se siete familiari con gli interni del nuovo corso di BMW, qui vi troverete a casa. Digitalizzaizone e connettività sono le parole chiave. Spiccano subito i due display, da 10,25 pollici per la strumentazione digitale Live Cockpit (optional) con head up display e l’altro, con varie dimensioni fino ad oltre 10 pollici destinato alla gestione del sistema di infotainment, con il BMW Operating System 7.0. Quest’ultimo è dotato di tutti i servizi di connettività di ultima generazione, sia con lo smartphone grazie ad Apple CarPlay che Android auto, ma anche con la rete grazie alla sim LTE di cui dispone. Traffico live, condizioni meteo, aggiornamenti over the air e anche l’assistente vocale intelligente, non saranno di certo un problema. L’auto può inoltre essere monitorata dall’app dedicata per smartphone, con la quale sarà possibile aprirla, chiuderla o preimpostare la climatizzazione.  Ovviamente buona la qualità costruttiva così come i materiali, che alternano pelle, simil alluminio, plastiche nobili e plastiche più rigide, ma solo nella parte bassa dell’abitacolo. Nuova l’illuminazione ambientale multicolore, che gioca con delle forme taglienti lungo tutto l’abitacolo, a anche per i passeggeri posteriori che, tra le altre cose, guadagnano anche delle bocchette d’aria dedicate e due prese USB di tipo C. Gli spazi sono buoni, anche per chi siede dietro, che rispetto ad una più comune Serie 2 Coupè guadagna circa 3 cm in più per le gambe. L’abitacolo è abbastanza luminoso e si dispone di un discreto spazio per la testa, nonostante sia stato lievemente abbassato il tetto. Notevole invece la capacità del bagagliaio che parte da un minimo di 430 litri, circa 70 in più rispetto alla serie 1 e 40 in più della Serie 2 Coupè. Si può abbattere la seconda fila di sedili, secondo uno schema 40:20:40, salendo notevolmente di capacità. Tutto sommato abbondante per una vacanza in coppia o adeguato per un weekend in famiglia. 

BMW Serie 2 220d MSport, come va su strada

Nonostante la grande rivoluzione di Bmw, che ha deciso di spostare frontalmente la trazione per le auto più compatte della gamma, ritroviamo anche su questa nuova Serie 2 Gran Coupè quel dinamismo su strada tipico della casa bavarese, che sfoggia un set-up McPhersonMultilink. La piattaforma FAR è la medesima della nuova Serie 1, quindi come detto si potrà scegliere tra la trazione anteriore o integrale xDrive e, come la sua cugina, presenta un set up delle sospensioni che trova un giusto compromesso tra piacere di guida e comfort. A dirla tutta, ci sembra che l’assetto, soprattutto con le sospensioni adattive a controllo elettronico, sia leggermente più rigido della variante hatchback, con un ingresso in curva più preciso e maggior stabilità in percorrenza di curva. Il rollio pare infatti più contenuto, soprattutto quando le si chiedono cambi di direzione repentini. Il comfort però non è sacrificato, infatti le nuove sospensioni sono in grado di digerire meglio le asperità più secche. L’isolamento dall’esterno è ottimo, anche in autostrada si riesce a conversare tranquillamente senza dover alzare la voce. Lo sterzo però appare un po’ leggerino, anche con la modalità sport, preciso e diretto, ma avremmo gradito maggior carico alle alte andature. Il motore 2.0 turbo diesel da 190 CV e 400 Nm lavora bene in simbiosi con il cambio automatico Aisin ad otto marce a convertitore di coppia: morbido in modalità comfort così come più rapido e secco in modalità sport.  Le prestazioni sono buone, con uno scatto sullo 0-100 coperto in 7,5 secondi grazie all’ottima spinta dei 400 Nm presenti già a a 1.750 giri.

BMW Serie 2 Gran Coupè M235i xDrive

Tutto ciò che di buono viene fatto dalla 220d, viene esaltato dal reparto Performance della divisione M. La BMW M235i xDrive è’ più affilata, più tesa ed energica in tutte le situazioni. Le sospensioni rimangono più secche e pronte, così come lo sterzo che in questo caso raggiunge il giusto carico che ci saremmo aspettati. Il cambio automatico Steptronic Sport è ancora più rapido ed effettuando delle cambiate in pieno gas grazie ai due padlle al volante, riceviamo un bel colpo secco dalla meccanica. La sportività è presente, come testimoniano anche i suoi 306 CV e 450 Nm di coppia scaturiti dal nuovo 2.0 turbo benzina, capace di uno scatto sullo 0-100 km/h coperto in 4,9 secondi e velocità massima limitata a 250 km/h. Il telaio risponde bene e fin maniera decisamente agile, nonostante i suoi quasi 1600 kg di peso, che vengono poco percepiti. La trazione xDrive rimanda coppia alle ruote posteriori in caso di necessità, con una logica di funzionamento migliorata rispetto ai modelli precedenti di BMW. Godiamo infatti di grande trazione in ogni circostanza, soprattutto in uscita di curva, dove l’elettronica e il differenziale frontale Torsen ci danno una grande mano per non portare mai al sottosterzo la vettura, nemmeno a smusare in uscita di curva. Anzi, giocando un po’ col pedale del freno, con il trasferimento del peso e con il gas in ingresso di curva, abbiamo scoperto una sorprendete tendenza al sovrasterzo, facilmente gestibile grazie al buon equilibrio di tutta la vettura. Non avrà quel quid in più assicurato dalla trazione posteriore, ma si guida comunque molto bene e si inserisce di diritto tra le migliori Hot Hatch sul mercato.

Consumi e prezzi

La nuova BMW Serie 2 Gran Coupè dotata del motore diesel 2.0 da 190 CV (220d) ha totalizzato dei consumi su ciclo misto di circa 14/15 km al litro, che si stabilizzano su 16/17 km al litro in autostrada a velocità da codice. Per la M235i xDrive le percorrenze scendono a circa 10/11 km al litro se non ci si fa prendere dalle prestazioni del motore. La vettura sarà negli store BMW dal 14 marzo 2020, ad un prezzo di partenza di 32.000 € per la 218i a benzina dotata dell’ 1.5 3 cilindri turbo da 140 CV e allestimento base. La 220d in prova parte da un prezzo di 41.500 € mentre 53.500 € è la cifra da sborsare per accedere alla M235i xDrive.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati