DS7 Crossback E-Tense 4×4: come funziona l’ibrido PLUG-IN a trazione integrale di DS

DS7 Crossback E-Tense 4×4: come funziona l’ibrido PLUG-IN a trazione integrale di DS

Il nuovo SUV premium francese ibrido plug-in 4x4 a partire da 51.000 euro

La nuova DS7 Crossback 4x4 E-tense porta il marchio premium francese nel mondo dei SUV Ibridi Plug-in, con una qualità costruttiva elevatissima e prestazioni di tutto rispetto, grazie ai suoi 300 CV ottenuti dai due motori elettrici e dal vivace 1.6 PureTech turbo benzina da 200 CV. Oggi vi forniamo un focus sul sistema ibrido e sul suo funzionamento.
DS7 Crossback E-Tense 4×4: come funziona l’ibrido PLUG-IN a trazione integrale di DS

La nuova DS7 Crossback 4×4 E-Tense rappresenta il primo modello ibrido Plug-In della casa premium francese che, grazie ai suoi due motori elettrici abbinati ad un’unità a benzina turbocompressa riesce a garantire un livello di qualità costruttiva e di performance all’altezza delle aspettative. La potenza complessiva arriva infatti a ben 300 CV e può vantare una tecnologica trazione integrale permanente che non adopera un vero e proprio albero di trasmissione ma imprime motricità alle ruote posteriori tramite un motore da 112 CV, il tutto sapientemente gestito da una centralina. Ma entriamo più nel dettaglio e cerchiamo di capire assieme come funziona.

DS7 Crossback E-tense 4×4, le componenti dell’ibrido Plug-in

Esternamente non si differenzia molto dalle altre versioni del SUV Premium francese, se non fosse per il badge “E-tense 4×4” presente nel retro della vettura e il secondo sportellino per la ricarica della batteria posto sul lato sinistro. Troviamo però una nuova colorazione qui in foto, chiamata Crystal Pearl e un modello inedito di cerchi in lega da 20″. Ma è infatti sotto all’abito che cambia un po’ tutto, senza però modificare l’abitabilità o lo spazio di carico, infatti il bagagliaio rimane a quota 555 litri. Sotto alle sedute posteriori è stata collocata la batteria agli ioni di litio, prodotta da LG da 13,2 kWh, vicino alla quale troviamo l’unità elettrica situata sull’asse posteriore da 81 kW (112 CV) e l’onboard charger da 7,4 kWh. L’altra unità elettrica, sempre da 80 kW (110 CV) è invece posta nella parte frontale dell’auto, precisamente tra il motore termico e il cambio automatico EAT8 a convertitore di coppia. La spinta principale è sempre però riservata al cuore pulsante della DS7 Crossback E-Tense 4×4, ovvero l’unità a benzina 1.6 PureTech 4 cilindri turbo da 200 CV, già conosciuto nell’ambiente PSA. Questi tre motori generano una potenza complessiva di 300 CV e 520 Nm di coppia che, come sappiamo nel caso delle vetture ibride, non sono frutto di una semplice somma aritmetica tra le varie componenti. Abbiamo così delle prestazioni davvero lodevoli, considerando lo scatto sullo 0-100 km/h coperto in soli 5,9 secondi e una velocità massima di 240 km/h. E’ un dato che assume anche più valore se si considerano i quasi 1900 kg di peso della vettura, a causa dei circa 300 kg extra dovuti a tutte le componenti destinate al sistema ibrido, centraline e cavi compresi. L’autonomia complessiva in modalità full-electric a zero emissioni arriva fino a 58 km, per una velocità massima in elettrico fino a 135 km/h.

DS7 Crossback E-tense 4×4, come funziona l’ibrido Plug-In francese?

Abbiamo avuto modo di provare la nuova DS7 Crossback E-tense 4×4 nel mese di novembre (qui la prova su strada) durante la E-DS Week a Parigi (11-15 novembre 2019), testando con mano le doti su strada e in off-road della nuova SUV premium francese Ibrida Plug-In. Dopo i primi metri in sua compagnia abbiamo subito capito che il piacere di guida e il comfort a bordo erano i due cardini attorno al quale si è sviluppato tutto il progetto. L’accensione in modalità elettrica e lo scatto nei primi metri in totale silenzio rendono più piacevole qualsiasi spostamento, senza considerare l’immediato spunto che la motricità elettrica può assicurare. La fluidità di marcia è assicurata dall’ottimo cambio automatico EAT8, che snocciola dolcemente le marce senza la minima vibrazione, oltre ad una transizione tra benzina ed elettrico praticamente inavvertibile. La centralina di controllo gestisce alla perfezione il funzionamento dei 3 motori per assicurare maggiore trazione sull’asfalto e il minor consumo possibile di carburante.

Ibrido Plig-In: come funzionano le 4 modalità di guida?

Per la nuova DS7 crossback E-tense sono disponibili 4 diverse modalità di guida, che cambiano le logiche di funzionamento del sistema e la risposta al pedale del gas. Troviamo per prima la ZE mode, o modalità elettrica a Zero Emissioni, che ci consente di guidare in tutta la tranquillità e pace della propulsione elettrica, fino a 58 km di autonomia dichiarati in ciclo WLTP. Possiamo spingerci fino a 135 km/h di velocità massima, oltre ai quali interverrà poi il motore termico. La spinta è poderosa e immediata e, con piede felpato e guida idonea a questa modalità, ci siamo parecchio avvicinati al chilometraggio promesso da DS. Il sistema di rigenerazione recupera energia in fase di frenata o di rilascio, secondo due diversi livelli di freno motore. Troviamo poi la modalità Sport, per la quale tutto il sistema imposta i vari comandi per assicurare la massima accelerazione con l’ausilio dei due motori elettrici. L’accelerazione è sorprendente, soprattutto per una vettura di questo tipo, considerando peso e stazza. Ovviamente la batteria si consumerà più velocemente. Grande attenzione anche per la modalità Ibrida, capace di assicurare il miglior consumo possibile di carburante, gestendo alla perfezione la trazione anteriore e disattivando il motore posteriore quando possibile. I consumi dichiarati sono prossimi ai 2 l/100km, quindi circa 50 km al litro ed emissioni di CO2 inferiori ai 30 g/km. Infine troviamo la modalità Off-road, che assicura una trazione integrale permanente grazie all’unità elettrica posta sull’asse posteriore. Siamo rimasti sorpresi dalla sua capacità di tirarci fuori da situazioni critiche, con fango, melma e salite ripide. La coppia del motore elettrico posteriore risulta indispensabile per offrire quella spinta in più in situazioni di bassa aderenza. Se non ci avessero spiegato il funzionamento di questo 4x4 on-demand ibrido, avremmo tranquillamente pensato di essere a bordo di un SUV 4×4 dotato di albero di trasmissione e vari differenziali.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati