Coronavirus: il Salone di Ginevra 2020 è stato annullato [VIDEO]

Coronavirus: il Salone di Ginevra 2020 è stato annullato [VIDEO]

Tutti i biglietti acquistati saranno rimborsati

Il Salone di Ginevra 2020 non si farà. Il Consiglio Federale svizzero ha deciso di vietare le manifestazioni con più di 1.000 persone riunite, con effetto immediato ed almeno fino al prossimo 15 marzo. Cioè le date del GIMS
Coronavirus: il Salone di Ginevra 2020 è stato annullato [VIDEO]

Il Salone di Ginevra 2020 è stato annullato. Il Consiglio federale elvetico, riunitosi in sessione straordinaria venerdì mattina, ha deciso di vietare manifestazioni pubbliche e private che riuniscono più di 1.000 persone. Questo divieto ha effetto immediato e si applicherà almeno fino al 15 marzo. È arrivato anche l’annuncio ufficiale del GIMS sulla cancellazione.

Salone Ginevra 2020: la decisione del Consiglio federale

Il comunicato degli organizzatori

Dopo un paio d’ore dall’annuncio del Governo svizzero, è arrivato il comunicato ufficiale degli organizzatori sulla cancellazione dell’evento: “Ci rammarichiamo per questa situazione, ma la salute di tutti i partecipanti e quella dei nostri espositori è la nostra priorità. Questo è un caso di forza maggiore ed una perdita enorme per i produttori che hanno investito massicciamente nella loro presenza a Ginevra. Tuttavia, siamo convinti che capiranno questa decisione”.

Nel frattempo, prosegue il comunicato, sarà ora necessario organizzare lo smantellamento dell’evento. Le conseguenze finanziarie per tutte le persone coinvolte nell’evento sono significative e dovranno essere valutate nelle prossime settimane. “Una cosa è certa: i biglietti già acquistati per l’evento saranno rimborsati”. Gli organizzatori ne comunicheranno al più presto le modalità, tramite il loro sito Web.

Coronavirus e Svizzera: la situazione

Dunque, nonostante il comunicato di due giorni fa e l’ottimismo degli organizzatori, l’appuntamento europeo più importante del mondo automotive per il Vecchio Continente non si farà. Già da più parti erano arrivati dubbi e tante case automobilistiche avevano deciso di ridurre al minimo indispensabile la presenza dei propri dipendenti, in particolare quelli italiani.

Gli ultimi giorni hanno visto un’escalation di casi di Coronavirus anche in Svizzera, di cui uno proprio a Ginevra, e stamattina la quota di persone positive al virus è salita a quindici, con un centinaio di persone in quarantena. Così, dopo l’annullamento del Salone dell’Alta Orologeria e la decisione di cancellare tutte le gite scolastiche in Italia, ora questa ordinanza sospende ogni attività di massa per due settimane, compreso il GIMS.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati