Lamborghini Urus: eccentrica cura di steroidi e audacia stilistica firmata Mansory [FOTO]

Look accecante e tanta potenza in più

La Lamborghini Urus è stata personalizzata da Mansory con un tuning che la immerge nel blu e ne tira fuori ancora più potenza con il motore V8 biturbo 4.0 maggiorato fino a 810 CV e 1.000 Nm di coppia.

Se il blu è il tuo colore preferito e la Lamborghini Urus ha il tuo gradimento quando si parla di SUV di lusso ad alte prestazioni, allora il progetto di elaborazione realizzato di Mansory e chiamato Venatus potrebbe rappresentare la soluzione ideale per soddisfare i tuoi gusti estetici. 

Kit di novità in fibra di carbonio

La Mansory Venatus è l’originale tuning che avvolge quasi totalmente di blu, con una serie di dettagli in verde fluo, gli esterni e gli interni della Lamborghini Urus. Il super SUV della Casa di Sant’Agata Bolognese ha subito una trasformazione profonda anche attraverso l’aggiunta di uno specifico body kit per la carrozzeria che prevede tutta una serie di nuovi elementi in fibra di carbonio tra i quali splitter anteriore, spoiler posteriore, minigonne laterali, diffusore, alettone, cofano, passaruota e altro ancora.

Nuovi cerchi forgiati diversi per lato

Questa versione della Urus firmata Mansory monta anche dei nuovi cerchi forgiati personalizzati che hanno razze singole a bordo più spesso sul lato destro dell’auto, mentre razze a Y su quello sinistro.

Look total blue per gli interni

La personalizzazione di Mansory, come si può vedere dalle foto rilasciate, ha coinvolto anche l’abitacolo con gli interni che sono stati rivestiti quasi completamente in pelle blu, intervallata da inserti in fibra di carbonio e profili in verde fluo. Un abitacolo che dal punto di vista estetico non consente mezze misure: o lo si ama o lo si odia.

Potenza del motore V8 maggiorata a 810 CV

Il tuner è intervenuto anche sul motore della Lamborghini Urus. I 650 CV e 850 Nm di coppia massima erogati dal motore V8 biturbo da 4.0 litri del SUV del Toro non erano abbastanza per Mansory che ha messo mano al propulsore “spremendolo” fino a permettergli di sviluppare 810 CV di potenza e 1.000 Nm di coppia massima. Da tale modifica ne è conseguito un miglioramento delle prestazioni: l’accelerazione da 0 a 100 km/h si è ridotta di tre decimi (da 3,6 a 3,3 secondi), mentre la velocità massima raggiungibile è cresciuta di 15 km/h, salendo da 305 a 320 chilometri orari.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Fabio

    3 Marzo 2020 at 19:16

    MA COS’È STA CAFONATA?????

Articoli correlati