Fiat 500e Kartell: la one-off ‘sostenibile’ dell’icona elettrica [FOTO]

Verrà messa all'asta con ricavato in beneficenza

La Fiat 500e Kartell è un'altra one-off dell'iconica vettura elettrica, realizzata con l'azienda simbolo del design industriale del nostro Paese. Sarà messa all'asta a favore di un organizzazione ambientalista di Di Caprio

Tra le one-off della nuova Fiat 500 elettrica c’è quella realizzata in collaborazione con Kartell, il marchio simbolo del design industriale italiano. Un modello sostenibile, con un mix di materiali (plastica, metallo, vetro e tessuto), per dare vita ad un oggetto di design contemporaneo. Anche questa vettura speciale, come le altre due, verrà messa all’asta per beneficenza.

Le caratteristiche della Fiat 500e Kartell

La Fiat 500e Kartell è caratterizzata dalla tinta blu Kartell, derivato dal blu Klein, colore iconico del brand. La carrozzeria presenta un effetto specchio, ottenuto con una vernice ecocromo su cui spiccano i loghi dei due brand trattati con un policarbonato sabbiato. La griglia frontale, i cerchi e le calotte specchio sono realizzati in policarbonato riciclato dalle parabole dei proiettori a fine vita. Questi oggetti sono caratterizzati da un design ispirato al pattern della lampada Kabuki di Kartell.

Entrando all’interno dell’abitacolo, sempre questo pattern è protagonista, in particolare sull’inserto della plancia e sui sedili. Gli interni sono molto luminosi per mostrare un ambiente “chiaro e leggero”, mentre le plastiche morbide sono realizzate in polipropilene riciclato al 100%.

Il cuore elettrico della Fiat 500e Kartell

Come le altre one-off ed anche il modello di serie, la Fiat 500e Kartell è spinta dal motore elettrico da 118 cavalli, abbinato alla batteria agli ioni di litio da 42 kW. L’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in 9 secondi, mentre la velocità massima è stata autolimitata a 150 km/h.

La vettura elettrica ha un’autonomia dichiarata di 320 km (ciclo WLTP), mentre è possibile ricaricare l’80% della batteria in 35 minuti, col sistema ‘fast charger’.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati