Lamborghini Urraco P 200: una rarità che dopo 20 anni riemerge da un garage

Lamborghini Urraco P 200: una rarità che dopo 20 anni riemerge da un garage

E' l'unico esemplare esistente dei 66 prodotti

Una Lamborghini Urraco P 200 è stata recuperata dopo essere stata abbandonata in garage per oltre vent'anni. L'unico esemplare esistente dei 66 prodotti sarà messo all'asta.
Lamborghini Urraco P 200: una rarità che dopo 20 anni riemerge da un garage

Una rarissima Lamborghini Urraco P 200, unico esemplare superstite delle 66 unità realizzata, sarà messa all’asta. L’auto, facente parte della serie limitata della Urraco che la Casa di Sant’Agata Bolognese produsse dal 1972 al 1979, giace inutilizzata in un garage di Milano da oltre 20 anni. 

Abbandonata in garage da oltre 20 anni

Per risalire e contattare il suo proprietario ci sono voluti due anni di ricerche. Appartenuta ad un imprenditore milanese appassionato di automobili, a questa Urraco venne smontato il motore dal suo proprietario per ripararlo in prima persona in seguito a un problema riscontrato durante la carburazione. L’imprenditore però si ammalò poco dopo e la prestigiosa Lamborghini rimase lì, ferma e inutilizzata per oltre un ventennio.

Per via della sua spiccata rarità, essendo sostanzialmente oggi un pezzo unico, la vettura ha un valore attuale di circa 50.000 euro, che potrebbe arrivare fino a 80.000 una volta terminati i lavori di restauro.

Baby bull nata dalla matita di Marcello Gandini

La Lamborghini Urraco P 200 è stata progettata dal designer italiano Marcello Gandini ed è nata dal desiderio del Toro di provare a mettere in ombra le vetture dell’epoca di Ferrari. Quest’auto prende il nome da una razza di tori da combattimento di piccole dimensioni ma dal carattere combattivo, motivo per il quale la Lamborghini Urraco divenne nota nel mondo dell’automobile con il nome di “baby bull”.

Con la Urraco Lamborghini volle realizzare una diretta concorrente della Ferrari Dino e della Porsche 911, ma nonostante rappresentasse l’alternativa economica alle più grandi supercar del Toro, la Urraco rimase sconosciuta al grande pubblico.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati