Coronavirus, Lamborghini chiude la fabbrica fino al 25 marzo

Coronavirus, Lamborghini chiude la fabbrica fino al 25 marzo

Il CEO Domenicali: "La priorità ora è la salute"

Lamborghini ha deciso che lo stabilimento di Sant'Agata Bolognese rimarrà chiuso fino al 25 marzo per contrastare la diffusione del coronavirus. Il CEO Domenicali: "Nessun contagiato da noi, è un atto di sensibilità".
Coronavirus, Lamborghini chiude la fabbrica fino al 25 marzo

Lamborghini ha deciso di chiudere lo stabilimento di Sant’Agata Bolognese, da oggi venerdì 13 marzo fino al 25 marzo, per dare il proprio contributo alle misure di contenimento della diffusione della pandemia di coronavirus

Mai uno stop produttivo così lungo per il Toro

Nonostante il più recente DPCM dell’11 marzo consentisse alla Lamborghini, così come alle altre fabbriche, di continuare l’attività produttiva previa attuazione delle misure aggiuntive di precauzione per far lavorare i dipendenti in sicurezza, la Casa automobilistica emiliana ha optato per la chiusura dell’impianto. Si tratta dello stop produttivo più lungo che Lamborghini abbia mai affrontato nella sua storia.

Domenicali: “Serviva scelta forte, ora la priorità è la salute”

Quella di Lamborghini è una scelta che va a sostegno delle ultime direttive del Governo italiano e che vuole preservare la salute e la serenità psicologica dei propri lavoratori. Stefano Domenicali, CEO di Lamborghini, spiega: “Non ci sono, per fortuna, contagiati fra i nostri dipendenti. Il nostro è un atto di sensibilità e di attenzione per quello che sta succedendo. Ovviamente fino ad oggi abbiamo sempre seguito le linee guida del Governo sulle misure di prevenzione da prendere, ma ora serviva una scelta forte. Qui sta cambiando il mondo. La priorità ora è la salute”.

Sulla stessa lunghezza d’onda delle parole usate un paio di giorni fa dal premier Giuseppe Conte (“Rimaniamo distanti oggi per abbracciarci più forte domani”), Domenicali guarda con ottimismo al futuro: “Monitoriamo la situazione per reagire in maniera rapida ed efficace col supporto dei nostri collaboratori e per poter ripartire con energia nel momento giusto”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati