Alfa Romeo GTV GTAm Concept: sognando ancora una nuova sportiva [RENDERING]

Alfa Romeo GTV GTAm Concept: sognando ancora una nuova sportiva [RENDERING]

L'acronimo GTA in evidenza

Un nuovo interessante esercizio di stile firmato LP Design
Alfa Romeo GTV GTAm Concept: sognando ancora una nuova sportiva [RENDERING]

Ancora più distintiva. L’Alfa Romeo GTV GTAm Concept immaginata da LP Design sembra andare oltre il concetto di coupé ad alte prestazioni, sfociando nel panorama delle vetture “street racer”. I tratti restano elaborati, scolpiti e ricchi di dettagli, ma la vistosa fascia scura che spezza il caratteristico rosso tra i due passaruota e avvolge un’enorme sigla GTA alla base della porta, rafforza ulteriormente un’estetica già decisa.

Una nuova ipotesi

Dopo una prospettiva frontale, già protagonista in un precedente articolo, nell’occasione si dà spazio alla parte retrostante. Si nota subito la differente disposizione degli scarichi rispetto alle nuove Giulia GTA e GTAm. In questo caso restano i quattro terminali suddivisi e decentrati, come sulla Giulia Quadrifoglio, rispetto alle due voluminose vie incorniciate al centro delle recenti versioni in edizione limitata. Di conseguenza, anche il diffusore segmentato in fibra di carbonio è impostato diversamente, seguendo questa configurazione e arricchito nelle zone più esterne da sottili appendici che lavorano in simbiosi con quelle frontali, cogliendo i flussi laterali. Nel complesso le linee appaiono sinuose e scolpite, con numerose nervature che vivacizzano la stessa visione. Sembra un “effetto drappo”, come se invisibili e robuste mani tendessero un tessuto da due diverse estremità, ottenendo tratti più crespi e altri più distesi.
Schiacciate e flessuose anche le forme dei gruppi ottici a LED retrostanti, collegati al di sotto del logo della casa e dell’articolata ala posteriore in tinta con la carrozzeria, prospettando un effetto tridimensionale. Il profilo è tipico da coupé e peculiare è anche il contrasto cromatico tra le cornici dei finestrini e la carrozzeria ma, come accennato, un aspetto che sorprende è la voluminosa sigla GTA presente sul fianco. Un ulteriore segno di differenziazione, rimarcando la differente natura sportiva ed esclusiva di questo modello. Una scelta che trae spunto dal motorsport e ricorda un po’ quanto avviene già sui modelli Abarth, ma in un modo del tutto diverso e particolare. L’ampia fascia scura che avvolge la sigla segue anche il movimento di una nervatura laterale, enfatizzando lo stesso profilo aerodinamico. Figurano poi: uno sfogo all’altezza del muscoloso passaruota anteriore, l’iconico simbolo del Quadrifoglio e voluminosi cerchi scuri.

Una sigla che significa potenza

Parlando sempre di un’ipotesi, sotto il cofano potrebbe trovare spazio sempre un potente V6 ma sostenuto da una parte elettrica, valicando potenzialmente i 600 cavalli di potenza massima. Rumors che erano apparsi in vista della presentazione delle nuove Giulia GTA e GTAm, da aggiungere alle indiscrezioni legate in passato a un’attesa GTV.
In questo caso si continua a sognare, ma il ritorno dell’acronimo GTA (Gran Turismo Alleggerita anche nella configurazione “modificata”) è già realtà, dopo la recente presentazione delle versioni più estreme di Giulia, ricordando i 110 anni di Alfa Romeo.

Rendering: LP Design

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Fabio

    14 Marzo 2020 at 19:20

    Più sigle no?????

Articoli correlati