Coronavirus: crollano i noleggi e le richieste di car sharing

Coronavirus: crollano i noleggi e le richieste di car sharing

"Ci aspettiamo misure di sostegno concrete dal Governo"

Il decreto e le misure sulla pandemia Coronavirus hanno bloccato la circolazione in Italia e stanno mandando in crisi il settore del noleggio e del car sharing. L'ANIASA: "Servono misure per garantire la sopravvivenza del settore"
Coronavirus: crollano i noleggi e le richieste di car sharing

Gli effetti economici del Coronavirus li vedremo molto probabilmente quando la pandemia sarà risolta e si faranno i conti su questa crisi, però non mancano già i primi problemi. Non solo per chi ha dovuto chiudere la propria attività, ma anche nel settore automotive. Sono già crollate le richieste di auto a noleggio a breve termine, così come quelle delle vetture legate al car sharing.

Il crollo di noleggio e car sharing

Secondo quanto annunciato da ANIASA (Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici), il blocco sul territorio nazionale del noleggio a breve termine presso aeroporti, stazioni e centri cittadini ha avuto un calo del 90%, così come è calata del 60% la richiesta sul car sharing. Numeri pesanti, ma non certo inattesi, viste le misure restrittive assunte dal Governo su tutto il territorio nazionale, per cercare di bloccare il diffondersi del Coronavirus.

Inoltre, le ricadute iniziano a farsi sentire anche sul noleggio a lungo termine (oltre 1 milione di veicoli in circolazione in Italia), con le aziende clienti che stanno bloccando i nuovi ordini di veicoli e preferiscono prolungare i contratti in essere. Lo stop di nuove immatricolazioni da parte del noleggio provocherà, inevitabilmente, anche pesanti ripercussioni sul mercato automotive.

Le richieste al Governo italiano

“Il settore è sull’orlo del precipizio, sta vivendo una crisi senza precedenti – le parole di Massimiliano Archiapatti, presidente di ANIASA, su questo momento molto difficile – e la situazione è in costante peggioramento. Ci aspettiamo che nei provvedimenti di sostegno agli operatori economici allo studio del Governo, trovino spazio misure in grado di assicurare la sopravvivenza di un settore strategico per la mobilità cittadina, turistica e aziendale del Paese”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati