Coronavirus, Rolls-Royce sospende le attività produttive per 15 giorni

Coronavirus, Rolls-Royce sospende le attività produttive per 15 giorni

Lo stop da lunedì 23 marzo

Causa emergenza coronavirus anche Rolls-Royce ha deciso di fermare la produzione per due settimane, con la chiusura dell'impianto di Goodwood a partire da lunedì 23 marzo.
Coronavirus, Rolls-Royce sospende le attività produttive per 15 giorni

Rolls-Royce annuncia che lo stop delle produzione per due settimane a causa dell’emergenza coronavirus. Lo stabilimento di Goodwood del costruttore britannico chiuderà per 15 giorni a partire da lunedì 23 marzo.

Così anche Rolls-Royce, che si accoda alle altre Case automobilistiche che hanno deciso di fermarsi nelle prossime settimane, ha optato lo stop produttivo al fin di garantire la salute dei propri lavoratori.

I reparti non produttivi continueranno a lavorare con le dovute precauzioni

Le attività ordinarie di Rolls-Royce saranno assicurate dai dipendenti che non lavorano nel reparto produttivo dell’azienda e che continueranno il loro lavoro dalla sede o in smart working da casa su base rotazionale. Per chi lavora in sede, Rolls-Royce ha già introdotto misure di distanziamento sociale per prevenire il contagio da Covid-19.

Azione senza precedenti

Per Rolls-Royce si tratta di un azione senza precedenti, presa in seguito all’introduzione di ulteriore misure di restrizione da parte del governo britannico per affrontare la pandemia di Covid-19.

Torsten Müller-Ötvös, amministratore delegato di Rolls-Royce Motor Cars, ha dichiarato: “Questa decisione non è stata presa alla leggera, ma la salute e il benessere della nostra eccezionale forza lavoro è la priorità. In quanto azienda fortemente orientata al cliente, siamo consapevoli che questa decisione di sospendere la produzione potrebbe causare qualche disagio o inconveniente ad alcuni dei nostri stimati clienti, per i quali ci scusiamo e chiediamo loro comprensione in questo momento difficile”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati