Volkswagen Car-To-X: vince il premio Euro NCAP il sistema di comunicazione tra veicoli e infrastrutture

Volkswagen Car-To-X: vince il premio Euro NCAP il sistema di comunicazione tra veicoli e infrastrutture

Sarà di serie sulla Nuova Volkswagen Golf 8

L'interconnesione tra vetture e infrastrutture segnerà la nuova sfida del prossimo decennio, rendendo sempre più autonome e connesse le città con i nostri strumenti di mobilità, che essi siano auto, moto, monopattini elettrici o mezzi di trasporto. Volkswagen aggiunge un tassello con il suo sistema Car-to-X.
Volkswagen Car-To-X: vince il premio Euro NCAP il sistema di comunicazione tra veicoli e infrastrutture

Volkswagen, come molti altri marchi, sta procedendo a passi da gigante sul lato tecnologia legata al mondo automobilistico, specialmente parlando del tema sicurezza. Quest’ultimo infatti, insieme all’interconnessione tra le vetture e ai sistemi di assistenza alla guida, stanno monopolizzando buona parte del budget relativo al reparto ricerca e sviluppo delle varie case automobilistiche. L’ultimo gioiello sviluppato dalla casa di Wolfsburg si chiama CAR-TO-X, e consente alle vetture di ultima generazione di comunicare con le infrastrutture stradali (semafori, telecamere per il traffico, pedaggi, e molto altro) e con le altre autovetture dotate di questo sistema. Per la prima volta dopo 6 anni, un nuovo dispositivo riceve un premio nei test di sicurezza Euro NCAP.

Car-to-X, come si modificherà la nostra mobilità urbana

La nuovissima Volkswagen Golf 8 riceverà questo dispositivo di serie e le consentirà di interagire con le infrastrutture che si iniziano a trovare in alcune metropoli europee. Tramite la rete 5G infatti, la vettura dotata di questo sistema sarà in grado di comunicare ad altri veicoli analoghi la sua posizione, la sua velocità ed eventualmente lo stato di essa, così da “avvertire” le auto circostanti in caso di incidente, rallentamento, coda o traffico scorrevole.

Si tratta di un sistema di sicurezza davvero entusiasmante che offre il potenziale per aiutare gli attori della strada che fino ad oggi sono stati difficili da proteggere, come i motociclisti“, ha dichiarato il segretario generale Euro NCAP, Michiel van Ratingen. “Si tratta di un sistema che entrerà nelle prerogative dei test Euro NCAP, ma non potremo vedere la sua reale utilità fino a quando pochi veicoli potranno beneficiarne. I primi risultati potrebbero arrivare nei prossimi 5 anni, quando le città e gli altri costruttori si adegueranno a questi standard“.

Il sistema consentirà alle auto di prevedere code, ingorghi o problemi alla circolazione nei km di strada impostati dal navigatore. Si troveranno strade alternative e/o più sicure, in modo più efficiente rispetto a come già oggi fanno molti sistemi di navigazione. Molto utile sarà anche in occasione delle percorrenze autostradali, dove le frenate improvvise in corsia di sorpasso rischiano di causare tamponamenti a catena. In questo modo, l’auto ci avviserà nel caso in cui qualcuno di fronte a noi effettuerà una frenata improvvisa.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati