La fantastica Porsche 356 di Walter Röhrl con motore 911 Turbo [FOTO e VIDEO]

La "3000 RR" del due volte campione del mondo di rally

La leggenda del rally Walter Rohrl ha recentemente acquistato una Porsche 356 Roadster dotata di motore 6 cilindri turbo della Porsche 930, la prima 911 Turbo

Il progetto 356/930

L’auto in questione è una Porsche 356 B Roadster del 1959 modificata da Viktor Grahser, un meccanico aeronautico austriaco che, dopo essersi trasferito in Australia ed aver fondato insieme ad altri appassionati il club Porsche 356 Register, ritornò in terra natia con ben tre esemplari di 356, tra cui la Turbo. Quest’ultima era equipaggiata con il mostruoso 3.0 6 cilindri boxer da 260 CV di una 930 Turbo del 1977, che andava a sostituire il piccolo 4 cilindri 1.6 originale da “soli” 90 CV. Le modifiche estetiche, invece, riguardavano i parafanghi, molto allargati, il cofano dotato di prese d’aria e un labbro sul paraurti frontale che le conferiva l’inequivocabile aspetto da 911. Il progetto 356/930 rimase con le due “sorelle” in un container fino alla morte improvvisa di Grahler, nel 2008. Quattro anni dopo le tre 356 furono acquistate da Rafael Diez, fondatore della società tedesca Diez Classic specializzata in manutenzioni e restauri Porsche che procedette al completamento dell’opera, dotando l’auto di guida a sinistra (essendo stata realizzata in Australia, la guida era a destra ndr), completando la carrozzeria, verniciandola con una tinta grigio ardesia, e rivestendo gli interni di pelle rossa.

Walter Rohrl e la 3000 RR

Rafael Diez propone, poi, di provare la Porsche 356 Turbo appena ultimata all’ex campione di rally e test driver della casa di Stoccarda, Walter Rohrl. Il pilota tedesco è all’inizio scettico: “Il mio approccio con questa 356 B Roadster dotata di motore turbo è stato molto cauto. Ero convinto che le modifiche fossero esagerate. Sono rimasto stupefatto di come, invece, la vettura sia bilanciata alla perfezione…L’auto è divertentissima da guidare, molto precisa. Merito anche del maggior peso sul posteriore dato dal nuovo motore e dai 260 CV di potenza”.

A Rohrl la 356/930 è piaciuta a tal punto da averla acquistata e ulteriormente personalizzata: il glorioso progetto di Viktor Grahser porta ora il nome di 3000 RR, ovvero Rohrl Roadster, e sulla cover del motore sono state apposti gli stemmi delle quattro vittorie di Rohrl al Rally di Montecarlo.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati