Mazda e l’impatto dei veicoli elettrici sulle emissioni di CO2 [VIDEO]

La spiegazione del professor Giovanni Lozza

Le auto elettriche ed il loro impatto a livello ambientale, soprattutto per le emissioni di CO2. Mazda ha contattato il professor Giovanni Lozza, direttore del dipartimento di energia del Politecnico di Milano, per chiarire l'argomento
Mazda e l’impatto dei veicoli elettrici sulle emissioni di CO2 [VIDEO]

I veicoli elettrici sono davvero a zero emissioni? È la domanda a cui prova a rispondere Mazda, nel corso dei suoi Mazda MX-30 e-Talks, grazie alle parole del professor Giovanni Lozza, direttore del dipartimento di energia del Politecnico di Milano. Si parla anche dell’impatto delle auto sulle emissioni generali di CO2 a livello mondiale e dei fattori che contribuiscono ad aumentarle.

La CO2 e l’impatto delle auto a livello mondiale

Entrando nel dettaglio, la CO2 “non è un inquinante”. Infatti, “non è dannosa direttamente per la salute, ad esempio la assumiamo quando beviamo bevande gassate, ma è ritenuta responsabile dei cambiamenti climatici”. Invece, sono i gas inquinanti, come i particolati, “ad essere direttamente dannosi per la salute”. E le auto elettriche hanno un impatto quasi zero su quest’ultimi.

Tornando alla CO2, è falso dare la colpa principalmente alle auto per le emissioni. “Se contiamo solamente l’impatto dell’Europa, le auto sono solo una frazione dei trasporti, che sono una frazione di tutto il problema globale – la spiegazione del Prof. Lozza – Si arriva alla conclusione che la CO2 emessa dalle auto europee è circa l’1% delle emissioni globali di gas serra”.

Le auto elettriche e le emissioni di CO2

Se le vetture elettriche hanno, come dicevamo, un impatto quasi zero sui gas inquinanti, non è vero che vale lo stesso discorso anche per le emissioni di CO2. Per almeno un paio di motivi. Il primo è la necessità di ricarica e, quindi, dell’utilizzo di energia elettrica. Quest’ultima è prodotta con diverse tecnologie, a seconda dei paesi: in Norvegia si fa un utilizzo molto limitato di combustibili fossili, mentre in Cina la produzione è termoelettrica. In quest’ultimo caso, le emissioni di CO2 diventano significative e confrontabili con un’auto tradizionale. “In Italia la situazione è intermedia”.

L’altro aspetto importante è la produzione di batterie ed esiste indipendentemente dai fattori di cui parlavamo prima: “Possono arrivare emissioni anche di 50 g/km”. Più è alto il numero di batterie, più si alzano le emissioni: “Tutti vorremmo avere tante batterie per una maggiore autonomia, ma questo costa in termini economici, di inefficienza del veicolo per il peso e soprattutto in termini di CO2”.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati