Alfa Romeo: doppio trionfo ai “Motor Klassik Awards”

Alfa Romeo: doppio trionfo ai “Motor Klassik Awards”

In evidenza le storiche Spider e Giulia Sprint GT

Successo per due storici esemplari del Biscione, dopo il giudizio dato dai lettori del magazine tedesco
Alfa Romeo: doppio trionfo ai “Motor Klassik Awards”

L’iconica Alfa Romeo Spider nota anche col nome “Duetto” e la mitica Alfa Romeo Giulia Sprint GT sono state premiate nelle categorie “Decappottabili” e “auto sportiva popolare”, in occasione dei “Motor Klassik Awards”.

Due nuovi successi

Già sotto i riflettori nella passata edizione, la casa lombarda ottiene nuovi riconoscimenti anche nell’anno in cui si ricorda l’importante anniversario.
La prima generazione di Spider, risalente al 1966 e introdotta quell’anno al Salone di Ginevra, è contraddistinta da una linea firmata dal grande Battista Pininfarina. Un’auto nota comunemente come “Duetto”. Nome selezionato durante un dedicato concorso, perché semplice, diretto e collegabile alla potenza del motore e all’eleganza stilistica dell’esemplare. Sebbene negli ambienti interni fosse stata ribattezzata anche “Osso di seppia”, vista la peculiare forma della carrozzeria. Divenne altrettanto famosa per la presenza nel film “Il Laureato” del 1967, guidata dall’attore Dustin Hoffman. L’esemplare introdotto nel 1966 a Ginevra presentava un motore 1.6 da 109 cavalli, ma furono introdotti anche un più compatto 1.3 da 88 cavalli e un più voluminoso quattro cilindri 1.750 cc da 119 cavalli. Nel 1969 fu introdotta anche una versione ridefinita, comunemente detta “coda tronca” per la forma “mozzata” della zona posteriore.
La Giulia Spint GT del 1963, premiata nella categoria “auto sportiva popolare”, è conosciuta tra i tedeschi con il nome “Bertone”. Un chiaro riferimento al prestigioso carrozziere che si occupò della linea. Uno dei classici italiani più diffusi in Germania ancora oggi, sottolineato proprio dal successo in questa edizione dei “Motor Classi Awards”.
Notevole anche il palmares sportivo. Le versioni da competizione hanno permesso la conquista di tre successi nell’European Touring Car Championship. La versione ancora oggi più celebre e celebrata resta la spumeggiante GTA, spinta da un vulcanico 1.6 con sistema a doppia accensione e due candele per cilindro, oltre a un leggero corpo vettura in alluminio. Sigla ritornata attuale recentemente con le più potenti versioni della nuova Giulia. La panoramica di motorizzazioni variava da 1.3 a 2.0 litri con livelli di potenza che spaziavano da 88 a 131 cavalli. Nel furono realizzate all’incirca 225.000 tra il 1963 e il 1976, come ricordato.

Il giudizio

Le Alfa Romeo Spider “Duetto” e Giulia Sprint GT sono state rispettivamente premiate dai lettori della testata tedesca con il 24,9% e il 34,8% delle preferenze, nelle citate categorie.

Foto: Alfa Romeo

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati