Toyota Supra 2020: oltre 1000 CV di potenza per il missile da drift [VIDEO]

Toyota Supra 2020: oltre 1000 CV di potenza per il missile da drift [VIDEO]

Come fare il giusto tuning su una Toyota Supra di nuova generazione

Toyota Supra 2020: oltre 1000 CV di potenza per il missile da drift [VIDEO]

Una nuova Toyota Supra da 1000 cavalli o poco meno. E’ questo il progetto di Papadakis Racing che su YouTube sta cercando di portare avanti lo sviluppo di questa compatta super sportiva, aumentandone potenza, studiandone l’assetto ottimale e impreziosendola di un body kit ancora più focoso. La nuova Toyota Supra è stata un’auto tanto discussa dalla critica e dagli appassionati, per aver “profanato” il sacro nome Supra con una vettura che condivide quasi tutti i componenti con la nuova BMW Z4. Alcuni lamentano la perdita di identità, la perdita di quel mito tanto caro ai tuner e ai fanatici della serie Fast and Furious che fin dai primi episodi della saga ha saputo innalzarne la reputazione (e anche il valore) così da farla diventare un oggetto del desiderio per i fan delle auto giapponesi, ma non solo.

Il motore sotto ai ferri, sognando il 2JZ

Leggendaria l’auto (la serie A80) così come leggendario era il suo motore, il mitico 2JZ-GTE, un 6 cilindri in linea biturbo con testata in alluminio e doppio turbocompressore in serie sviluppato da Toyota con Hitachi. La potenza spaziava dai 230 ai 325 CV, ma alcuni ipotizzano che alla ruota i CV sarebbero stati qualcuno in più. Un’auto dotata di una meccanica sopraffina per la fine degli anni ’90 e un motore così ben sviluppato da reggere senza grossi problemi potenze fino a 800 e più cavalli. Questo mito del tuning sarebbe stato “violato” scegliendo per la nuova Supra un propulsore di origine BMW al posto di un nuovo erede del 2JZ di derivazione Toyota. Ecco allora che gli ingegneri e i meccanici di Papadakis Racing hanno messo sul banco prove il motore 3.0 litri, sei cilindri in linea di derivazione BMW che risiede sotto al cofano, per aumentare notevolmente la potenza di 340 CV e 500 Nm di coppia massima.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

The time has come. She runs! YouTube video now live on the #papadakisracing channel. Link on my IG profile. @toyotaracing #teamtoyota #a90supra

Un post condiviso da Stephan Papadakis Racing (@stephpapadakis) in data:

Ricetta magica

Come fare? La ricetta è più semplice del previsto. Si tiene lo scheletro del motore e… si sostituisce un po’ tutto: pistoni, propulsori e camme con tutti i componenti votati al racing spinto, senza dimenticare di lavorare di fino sulla centralina dell’elettronica per sbloccare ogni ardore sopito. La potenza raggiunta dopo le cure? 750 puledri pronti a correre spremuti da un motore 6 cilindri in linea 3.0 l.

Inoltre, secondo il team di sviluppo c’è ancora ampio margine di miglioramento, quindi l’obbiettivo dei 1.000 cavalli di potenza potrebbe davvero essere possibile.

I ragazzi di Papadakis Racing non lasceranno nulla al caso e, dopo un lavoro già svolto ma preliminare, sono pronti a lavorare anche sulla scocca, sul set up generale e sull’interno della vettura per comporre quella che definiscono come la Toyota Supra definitiva.

I rendering

Vi mostriamo qua nell’articolo anche i rendering di Jon Sibal e come potrebbe apparire la vettura a lavoro finito, da affidare al pilota di drifting Fredric Aasbø. Livrea Rockstar e passaruota super allargati per poter ospitare gomme da oltre 300 di sezione e assicurare massima stabilità. Camber super negativo e tutte le accortezze del caso finiscono il lavoro per una vettura da drifting che si rispetti.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati