Nissan: no al tablet, il display orizzontale è più sicuro

Nissan: no al tablet, il display orizzontale è più sicuro

Un doppio schermo per il display della concept Ariya

Nissan va in controtendenza, rispetto a molte altre case costruttrici e non introdurrà dei tablet nell'infotainment delle proprie vetture: il display orizzontale è ritenuto più sicuro, come quello della concept Ariya
Nissan: no al tablet, il display orizzontale è più sicuro

Tante case costruttrici e tante auto sono fornite di un tablet al centro del cruscotto, per la gestione del sistema di infotainment, ma Nissan non concorda con questa soluzione. Secondo il marchio giapponese, infatti, uno schermo orizzontale è più sicuro e garantisce una visione migliore per il guidatore. Così è stato sviluppato il display della concept Nissan Ariya.

Lo schermo orizzontale e la sicurezza

“Durante la guida l’occhio umano tende naturalmente a guardare da un lato all’altro – la spiegazione di Tomomichi Uekuri, Senior Manager del team di progettazione HMI – Il cervello è in grado di vedere e assorbire più informazioni se vengono collocate in orizzontale. Anche la visione periferica funziona in questo modo”.

Secondo i tecnici della casa giapponese, inoltre, oltre a presentare le informazioni in modo più adatto al funzionamento dell’occhio, il display orizzontale si trova in una posizione più sicura, nella linea di vista del guidatore e più vicino alla strada.

Lo schermo della Nissan Ariya

Il display della concept Nissan Ariya è composto da due schermi con un andamento curvilineo: il primo visualizza le informazioni di guida raggruppando il classico quadro strumenti, mentre il secondo è dedicato alle funzioni di intrattenimento ed ai comandi delle funzionalità di comfort.

Nonostante la presenza di due schermi, le informazioni possono essere spostate o fatte scorrere da un display all’altro. Ad esempio, è possibile visualizzare le indicazioni e le mappe stradali davanti al volante, se lo si desidera, per poi spostare questi dati (o farli scomparire) quando non servono più.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati