Volvo, vendite globali del primo trimestre 2020 in calo del 18,2%

Volvo, vendite globali del primo trimestre 2020 in calo del 18,2%

Conseguenza della pandemia da coronavirus

Nei primi tre mesi del 2020 Volvo ha visto calare di oltre il 18% le vendite in tutto il mondo rispetto a un anno fa. Flessione, legata prevalentemente al coronavirus, che riguarda indistintamente Cina, Stati Uniti ed Europa.
Volvo, vendite globali del primo trimestre 2020 in calo del 18,2%

Volvo ha chiuso il primo trimestre del 2020 consegnando 131.889 vetture a livello mondiale, registrando un calo del 18,2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La Casa svedese ha dunque già risentito in maniera importante degli effetti perduranti della pandemia da coronavirus.

A marzo -31,2%

Nel mese di marzo, Volvo ha venduto nel mondo 46.395 veicoli, vale a dire il 31,2% in meno rispetto allo stesso mese di un anno fa. A tale risultato ha contribuito soprattutto la forte frenata della domanda in Europa e negli Stati Uniti. Qualche segnale incoraggiante arriva invece dalla Cina che comincia a mostrare segni di ripresa, come evidenziato dal graduale e continuo aumento dell’affluenza nelle concessionarie.

Volvo XC60 modello più venduto, crescono SUV e gamma Recharge

Nel primo trimestre 2020 in casa Volvo la regina di vendite è la XC60, seguita dai modelli XC40 e X90. La gamma SUV ha rappresentato il 67,9% delle vendite complessivo del marchio nel periodo gennaio-marzo, con un incremento del 60,3% rispetto allo stesso trimestre del 2019.

Forte crescita anche per la gamma Recharge di modelli ricaricabili di Volvo, che nel primo trimestre rappresentano il 14,7% delle vendite complessive. Nello stesso periodo dello scorso anno le vetture 100% elettriche e ibride plug-in rappresentano il 7,4% delle vendite totali.

Flessione in Europa e Usa, primi segnali di ripresa in Cina

Guardando alle macro-aree geografiche, in Cina, le vendite del trimestre sono state pari a 20.780 unità, con un calo del 30,5% rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Una flessione registrata principalmente a gennaio e febbraio, mentre a marzo il calo si è attenuato.

Flessione dell’11,7% rispetto a un anno fa invece per le vendite di Volvo negli Stati Uniti, dove nel periodo gennaio-marzo 2020 il marchio ha venduto 19.815 unità.

Più marcato, con un -18,5% rispetto a un anno fa, è il calo delle vendite di Volvo in Europa, per un totale di 70.510 unità. A marzo, sottolinea il costruttore scandinavo, i risultati di vendita nel Vecchio Continente hanno risentito in modo significativo delle limitazione alla circolazione imposte in numerosi mercati importanti, fra cui Germania, Regno Unito, Francia, Italia e Belgio.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati