Coronavirus, Aniasa: “Per ripartire servono superammortamento e incentivi anche per l’usato”

Coronavirus, Aniasa: “Per ripartire servono superammortamento e incentivi anche per l’usato”

Le proposte del presidente Archiapatti per il settore del noleggio

Il presidente di Aniasa spiega le difficoltà del settore causate dal coronavirus e chiede al governo due misure urgenti per limitare i danni: ripristino del superammortamento ed estensione dell'ecobonus per le vetture usate Euro 5 ed Euro 6.
Coronavirus, Aniasa: “Per ripartire servono superammortamento e incentivi anche per l’usato”

Anche il settore del noleggio, così come automobilistico più in generale, stanno subendo i pesantissimi effetti della pandemia da coronavirus. Massimiliano Archiapatti, presidente di Aniasa, associazione nazionale industria dell’autonoleggio e servizi automobilistici, definisce drammatica la situazione che si sta profilando.

Due interventi urgenti richiesti al governo

Per tale motivo è necessario correre quanto prima ai ripari per attenuare i danni del Covid-19 sul settore del noleggio e del car sharing. Archiapatti, rivolgendosi al ministro dei Trasporti Paola De Micheli, spiega che servono sostanzialmente due misure da adottare nel più breve per sostenere il settore: “Chiediamo di ripristinare il superammortamento del 130% per i veicoli a uso strumentale, che ha inoltre portato importanti entrate a livello fiscale, e l’estensione dell’ecobonus per le vetture usate Euro 5 ed Euro 6. In questo modo, andremmo a migliorare un parco auto che, in Italia, conta ben 12 milioni di veicoli pre Euro 4″.

Noleggio a breve termine quello più in difficoltà

Alle due misure più urgenti, il presidente dell’Aniasa aggiunge ulteriori proposte utili a dare ossigeno al settore, come ad esempio posticipare al 2021 l’entrata in vigore della nuova fiscalità sulle auto aziendali, fissata per luglio 2020. Una proposta questa che, come spiega Archiapatti, si basa sulle maggiori difficoltà del noleggio a breve termine: “E’ il settore che, se possibile, sta soffrendo di più, con la prenotazione delle auto congelate anche per l’estate, controbilanciate solo in parte da un utilizzo abbastanza continuo dei furgoni. Il breve termine fattura principalmente nel secondo e terzo trimestre dell’anno, e proprio prima della Pasqua inflottiamo i nostri veicoli. Ora è tutto saltato e, purtroppo, possiamo tranquillamente dire che quest’anno per noi del breve è andato. Speriamo che non lo sia anche per il lungo. E per il car sharing”.

Campagna promozionale per il rilancio del turismo in Italia

Il presidente di Aniasa, infine, avanzato al governo la richiesta di avviare “una campagna promozionale per rilanciare il turismo in Italia, magari coinvolgendo attori, sportivi e personalità importanti: in mezzo a questo disastro, uno dei pochi pensieri positivi è il ritorno del viaggio fatto individualmente e non con mezzi collettivi: e noi siamo pronti a fornire questi mezzi per raggiungere ogni angolo della penisola”.

Leggi altri articoli in Veicoli commerciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati