Vettura ferma, come trattare i pneumatici per prevenirne la deformazione

Vettura ferma, come trattare i pneumatici per prevenirne la deformazione

Mantenere sempre sotto controllo la pressione degli pneumatici

Vettura ferma, come trattare i pneumatici per prevenirne la deformazione

In questi periodi di lockdown o comunque quando si è costretti a lasciare la vettura ferma per tanti giorni, come anche in periodo di vacanze, i nostri pneumatici potrebbero subire alcuni danni dal mancato “rotolamento”.

Le nostre vetture sono costrette a rimanere ferme in box o per strada per molti giorni e questa sosta potrebbe, nella peggiore delle ipotesi, danneggiare seriamente la salute nei nostri pneumatici. Il peso della vetturarischia di gravare sempre sullo stesso punto dello pneumatico e più precisamente sulla “spalla”, ovvero la parte esterna di esso, che separa il cerchione dall’asfalto. Solitamente questa parte è rinforzata con un materiale super resistente, per sorreggere la vettura nei cambi di direzione o semplicemente in posizione statica. Tuttavia, se questa staticità si dovesse prolungare per troppi giorni il materiale potrebbe subire dei danni e compromettere il funzionamento dello pneumatico.

Si parla infatti di Flat Spotting o “ovalizzazione” dei pneumatici che si ripercuotono sulla stabilità della vettura e sul comfort di guida. Gli esperti di Continental però ci spiegano che esistono due diversi tipi di deformazione: temporanea o semi-permanente, dipendendo principalmente da tempo della sosta, temperatura esterna, sagoma della ruota, peso e condizioni dello pneumatico. Nella maggioranza dei casi il danno è temporaneo, rientrando dopo pochi km di marcia con il normale rotolamento della ruota. In altri casi, quando la temperatura è elevata e la pressione bassa, si potrebbe assistere a danni più marcati, tanto da rischiare di dover cambiare tutte e 4 le gomme.

Continental ci consiglia di mantenere sotto controllo la pressione degli pneumatici, secondo quanto riporta il manuale d’uso e manutenzione. Alcune vetture ci indicano inoltre le pressioni ottimali all’interno dello sportellino per rifornire il carburante. I pneumatici sgonfi infatti tendono ad ovalizzarsi più facilmente. Tra i consigli vi è infatti quello di impostare una pressione leggermente superiore a quanto indicato, nell’ordine di 0,2 o 0,5 bar, in relazione al peso della vettura. Non superare mai però il valore di 0,5, altrimenti si potrebbe compromettere la salute dello pneumatico.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati