Ferrari, per combattere il coronavirus, si affida a Lifebrain

Ferrari, per combattere il coronavirus, si affida a Lifebrain

Ferrari e Lifebrain, binomio per combattere il coronavirus

Ferrari, per combattere il coronavirus, si affida a Lifebrain

La squadra del Cavallino Rampante potrà contare sul supporto di Lifebrain che d’ora in poi metterà a disposizione di Ferrari un team di circa 40 persone tra operatori sanitari e personale di back office.

Cos’è Lifebrain? E’ il più grande network di laboratori d’analisi in Italia con oltre 300 Centri che si è impegnato a mette a disposizione dei dipendenti delle sedi di Maranello e Modena i test sierologici per verificare la presenza degli anticorpi Covid-19.

A partire da oggi, presso la storica sede di Maranello, i dipendenti della Ferrari avranno, infatti, la possibilità di sottoporsi su base volontaria al test sierologico per verificare la presenza degli anticorpi Covid-19. Un passo fondamentale per la loro salute e per la riapertura della fabbrica Ferrari, che avverrà secondo le tempistiche indicate dalle Autorità nazionali.

L’analisi sierologica è uno strumento fondamentale nella lotta al Covid-19 in quanto si pone l’obiettivo di indicare, a seconda del tipo anticorpi specifici contro il virus Sars-CoV-2, se è in atto un’infezione acuta (IgM) oppure se l’organismo è venuto a contatto con il virus nel passato (IgG).

Nel caso in cui l’esito del test richiedesse un approfondimento, verrà effettuata un’analisi molecolare con tampone.

Siamo orgogliosi di supportare gli uomini e le donne di Ferrari nella lotta contro il Covid-19″ – spiega Riccardo Manca, Direttore Generale Lifebrain – “Contiamo di effettuare i test con una tempistica prevista di 2/3 settimane.” I test verranno analizzati presso l’hub veneto di Lifebrain a Limena (PD), dalla fase di routine a quella molecolare.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati