Coronavirus, Marelli e sindacati firmano l’accordo per la ripresa della produzione in sicurezza

Coronavirus, Marelli e sindacati firmano l’accordo per la ripresa della produzione in sicurezza

Misure specifiche anti-Covid-19

Coronavirus, Marelli e sindacati firmano l’accordo per la ripresa della produzione in sicurezza

Marelli annuncia di aver siglato con le organizzazioni sindacali l’accordo per la ripresa dell’attività produttiva dopo lo stop forzato causa pandemia da Covid-19.

L’intesa raggiunta dall’azienda e dai sindacati è un accordo quadro per mettere in atto le migliori misure di protezione possibili per tutti i dipendenti di Marelli, tali da consentire la progressiva ripresa in sicurezza delle attività in tutte le sedi italiane dell’azienda, nei tempi e nei limiti che saranno definiti dalle autorità governative.

Azienda subito attiva contro il coronavirus

Avendo una presenza industriale a livello globale, già dopo l’iniziale diffondersi del nuovo coronavirus sul territorio cinese, Marelli ha iniziato subito ad adottare specifiche misure per supportare e proteggere al meglio la salute di lavoratori, clienti e comunità.

Per quanto riguarda gli impianti presenti in Italia, Marelli, d’intesa coi sindacati, si era subito attivata per implementare tutte le misure atte a minimizzare i rischi di contagio, anche attraverso la tempestiva costituzione dei “Comitati Aziendali” in ogni sede.

Sanificazione e pulizia degli ambienti rinforzata

L’accordo quadro firmato tra Marelli e sindacati definisce tutta una serie di misure che permetteranno la ripresa produttiva in sicurezza. Prima della riapertura degli impianti e degli uffici, verranno reiterate le operazioni di sanificazione di tutti gli ambienti già condotte nel mese di marzo, assieme al rinforzo dei cicli di pulizia quotidiani.

Termoscanner, dispenser di igienizzante, mascherine e distanziamento

Definita la procedura degli accessi con misurazione delle temperatura in entrata per tutti i dipendenti e anche per gli utenti esterni autorizzati ad accedere nei siti dell’azienda. A tutti i dipendenti a inizio turno l’azienda consegnerà quotidianamente due mascherine chirurgiche a tesa. Oltre alla disponibilità di dispenser di liquido igienizzante/disinfettante in vari punti degli impianti, Marelli metterà a disposizione dei dipendenti vari strumenti per la pulizia delle propria postazione operativa oltre a ulteriori dispositivi di protezione individuali, qualora le necessità lavorative lo richiedano, come guanti e occhiali protettivi.

Vengono inoltre ribadite tutte le misure atte a soddisfare l’esigenza di distanziamento sociale in tutte le aree comuni, con la continuazione, ove possibile, dello smart working. Marelli ha anche riorganizzato i turni e i servizi relativi ai ristoranti aziendali, distanziando le sedute, per diminuire la copresenza di persone.

Marelli riserverà particolare attenzione agli aspetti di informazione e comunicazione ai dipendenti su questi temi prima della ripresa dell’attività produttiva e di formazione specifica, che avverrà al rientro del personale sul posto di lavoro.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati