Coronavirus: Nissan aumenta le iniziative a sostegno della sanità

Coronavirus: Nissan aumenta le iniziative a sostegno della sanità

Produzione di visiere protettive e respiratori

Coronavirus: Nissan aumenta le iniziative a sostegno della sanità

La pandemia coronavirus prosegue a mietere vittime e contagiati in tutto il mondo e continua l’impegno di tutto il mondo della sanità per cercare di mitigare e successivamente risolvere l’emergenza. Nissan va in supporto di questa categoria con ulteriori iniziative a favore di chi sta lavorando per tutti noi: dalla produzione e consegna di visiere a quella di respiratori.

La produzione delle visiere protettive

In Giappone, Stati Uniti e Regno Unito, la casa giapponese produrrà le visiere protettive per gli operatori sanitari impegnati in prima linea nella lotta contro il Covid-19. Il piano in territorio nipponico prevede la realizzazione di 2.500 visiere al mese, presso il Nissan Technical Center, il Nissan Research Center e lo stabilimento di Yokohama.

Le visiere vengono prodotte anche negli stabilimenti statunitensi, per destinarle agli operatori sanitari di Michigan, Mississippi e Tennessee. Nel Regno Unito, un team di volontari dello stabilimento Sunderland sta contribuendo alla consegna delle visiere protettive. Entro la fine di questa settimana saranno più di 77.000 le visiere che partiranno dallo stabilimento, mentre dalla prossima settimana ne verranno distribuite fino a 100.000.

I respiratori in Spagna

Lo stabilimento di Barcellona, in Spagna, invece, inizierà a produrre respiratori in collaborazione con l’Hospital de Sant Pau, la società di ingegneria QEV Technologies e il centro tecnologico Eurecat.

Mentre in Italia, come già annunciato qualche giorno fa, la casa giapponese ha messo a disposizione della Protezione Civile una flotta di 240 auto, in comodato d’uso gratuito, per supportare le squadre operative, durante tutto il periodo dell’emergenza sul territorio nazionale.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati