Opel Olympia: viaggio nella storia con la berlina del 1935 [FOTO]

Prima auto tedesca a scocca portante

È passato quasi un secolo dalla presentazione della Opel Olympia, berlina che la Casa tedesca svelò al Salone di Berlino nel 1935.

Si trattava delle prima automobile tedesca costruita in serie con carrozzeria portante in acciaio, oltre ad essere la prima vettura che mettesse insieme i vantaggi di questa tipologia di costruzione con quelli di un’utilitaria.

Motore 1.3 da 29 CV, poi 1.5 da 37 CV

Un anno dopo, nel 1936, la Opel Olympia venne lanciata sul mercato ad un prezzo di 2.500 marchi. La vettura debuttò con il motore 1.3 da 29 CV, mentre nel 1938 si aggiornò con un propulsore 1.5 da 37 CV che la spingeva fino a 110 km/h. La carrozzeria portante della Olympia venne adottata da Opel per altri modelli, in primis la Kadett, nuovo modello d’ingresso della gamma del Fulmine che debuttò sul mercato nel 1936.

Olympia protagonista del marketing creativo

A fine anni ’30 Opel viaggia verso l’obiettivo dei 150.000 veicoli prodotti all’anno, cosa che venne bruscamente arrestata dallo scoppio della guerra. In ogni caso Opel era diventata comunque la principale industria automobilistica tedesca, distinguendosi anche per la creatività delle idee pubblicitarie. Nell’estate del 1936, ad esempio, la Opel numero 500.000 prodotta, una Olympia, fu trasportata come “prima auto volante del mondo” all’interno del dirigibile Hindenburg fino a Rio de Janeiro.

Con lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale la produzione automobilistica cessò, con lo stop, nell’autunno del 1940, delle catene di montaggio di Olympia e Kapitan. Opel da lì in avanti si dedicò esclusivamente alla produzione dei camion Blitz, fino ad arrivare al dopo-guerra, quando nel 1947, la Casa tedesca riprese la produzione automobilistica.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati