Oltre 500 dipendenti già controllati in Ferrari, massima sicurezza per ripartire

Oltre 500 dipendenti già controllati in Ferrari, massima sicurezza per ripartire

Da Maranello all'Italia come modello per la ripresa

Oltre 500 dipendenti già controllati in Ferrari, massima sicurezza per ripartire

In ottica ripartenza, Ferrari ha già avviato il processo di screening di tutta la sua forza lavoro per poter avere un’idea chiara quale sia la situazione sanitaria in merito al Coronavirus di tutti i suoi dipendenti. Da questo punto di vista sembra aver ottenuto grandissima collaborazione da tutti, essendo riuscita a “mappare” oltre 500 dipendenti con un complesso iter procedurale, che vede i dipendenti sottoposti a prelievi del sangue, controlli medici ed infine anche una sorta di monitoraggio da parte di un’App dedicata. Ricordiamo poi l’enorme attivismo di Ferrari per tutta l’emergenza Coronavirus.

Già controllati 500 lavoratori su circa 4000

Con un ritmo che potrebbe arrivare a circa 800 controlli al giorno, la casa di Maranello riuscirà ad assicurarsi uno screening di oltre il 90% della forza lavoro nel giro di una settimana, grazie anche al supporto di una squadra di medici e del patrocinio della Regione Emilia Romagna. Gli esami del sangue vengono estesi anche alla famiglia del dipendente e ai fornitori, sempre su base volontaria, ma fino ad oggi tutti gli interessati hanno reagito più che positivamente. In ultima istanza interverrà un’app specifica che consentirà di controllare, sempre nel rispetto della privacy, lo stato di salute dei dipendenti ed eventuali spostamenti anomali, senza però poter risalire, almeno in un primo momento all’identità del proprietario dello smartphone. Molte altre aziende sembrano essere interessate a questo procedimento attuato da Ferrari, per poter avere la massima sicurezza possibile per far ripartire le normali attività lavorative.

Da Maranello all’Italia

Non è escludibile che l’iter proposto da Ferrari possa diventare a breve un modello seguito dal resto della nazione. Ovviamente l’intento è quello di poter riprendere le normali attività di sempre ma con la certezza di poter fare tutto nel massimo della sicurezza. Lo sviluppatore dell’app per Ferrari è infatti la stessa Bending Spoons scelta dal commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus, quindi ritroviamo delle affinità in tutto ciò.

Scopri le Offerte



    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati