Ferrari 250 GTE 2+2 Polizia: all’asta l’auto del Maresciallo Spatafora [VIDEO]

L'unica auto privata che può essere guidata con la livrea della polizia, luce blu e sirena in Italia

Negli anni ‘60 la scena del crimine in Italia includeva molti inseguimenti e le auto in dotazione alla polizia, le Alfa Romeo 1900 e Alfa Romeo Giulia 2600 spesso non riuscivano ad essere veloci come le potenti sportive dei criminali rubate. Il Capo della Polizia, il famoso Prefetto Vicari, molto contrariato per l’imbarazzante situazione decise di convocare tutti gli uomini della “Mobile” per un confronto diretto. La soluzione fu suggerita dal giovane Brigadiere, poi Maresciallo, Armando Spatafora con una schietto: “Ci vorrebbe una Ferrari, Eccellenza” che fece calare il silenzio nell’aula della riunione. All’incredibile richiesta il Prefetto rispose con un netto: “L’avrete” e già nel mese di novembre dello stesso anno vennero date in dotazione alla Questura di Roma due Ferrari 250 GTE 2+2 nere.

Il poliziotto con la Ferrari

Armando Spatafora e altri tre colleghi furono selezionati e inviati a Maranello per un corso di guida sportivo e proprio Spatafora risultò essere il più brillante al volante della sua Ferrari mentre la seconda fu distrutta durante le fasi di esercitazione e collaudo. Si dice che lo stesso Enzo Ferrari chiese a Spatafora di lasciare la divisa per diventare un pilota della sua Scuderia Ferrari ma il brigadiere rispose declinando scherzosamente: “No, Commendatore. Grazie, ma è un mestiere troppo pericoloso”. Negli anni successivi i principali media di cronaca italiana raccontarono i numerosissimi inseguimenti e arresti effettuati dalla Ferrari 250 GTE di Spatafora che divenne il terrore dei malviventi della Capitale e uno dei più famosi agenti di polizia; tanto da ispirare anche il celebre film “Poliziotto Sprint”.

Ferrari all’asta

Una storia tutta italiana che vale la pena conoscere e raccontare proprio adesso che l’azienda specializzata nella compravendita di automobili d’alta gamma di Girardo&Co. hanno messo in vendita all’asta la Ferrari 250 GTE 2+2 del 1963 della Polizia protagonista del racconto prima menzionato. È proprio lei la numero di telaio 3999 GT che rimase in servizio contro il crimine fino al 1968 per poi essere utilizzata per le consegne urgenti a livello sanitario nella tratta Roma-Napoli (227 km) che veniva coperta in 50 minuti e ritirarsi definitivamente nel 1972.

Ferrari 250 GTE 2+2 scheda tecnica

Il prezzo richiesto è sconosciuto e la trattativa riservata ma questa leggendaria Ferrari, dotata di certificazione Ferrari Classiche del 2014, è l’unica auto privata che può essere guidata con la livrea della polizia, luce blu e sirena in Italia. Oltre al fascino di una Ferrari classica anni ’60 la 250 GTE è spinta dal prestante motore V12 3.0 litri da 240 CV che le garantiva di raggiungere una velocità massima di 250 km/h.

Scopri le Offerte



    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati