Hyundai Prophecy: la concept elettrica entrerà in produzione

La futuristica berlina diventerà auto di serie dopo il SUV 45 EV

Prophecy e 45 EV, una berlina / shooting brake e un SUV a zero emissioni

La Hyundai Prophecy, futuristica concept elettrica presentata al Salone di Ginevra 2020 “virtuale”, diventerà auto di serie andando a prendere il posto della Ioniq. Hyundai ha inoltre confermato la produzione, prevista per il 2021, anche della 45 EV, SUV-crossover a zero emissioni dal richiamo vintage che avevamo visto in fase di collaudo sulla neve in alcune foto spia. Entrambe le auto saranno basate sulla piattaforma modulare E-GMP dalla versatile architettura “a skateboard” che permetterà di massimizzare stabilità ed abitabilità interna, ma non sono stati ancora forniti ulteriori dettagli tecnici.

Il design: tra passato e futuro


Le conferme sono arrivate dal senior VP Hyundai e capo del Global Design Center, SangYup Lee, che in una recente intervista al settimanale britannico Auto Express ha dichiarato:
“Una versione di serie della Prophecy arriverà in seguito a quella della 45 EV. Quest’ultima unisce una linea ispirata agli anni ’70 a quella di un SUV moderno. La Prophecy, invece, trae ispirazione dal design streamline tipico del 1930. Le due vetture sono una dimostrazione di quanto sia ampio lo spettro del nostro design”. Tornando al discorso della piattaforma modulare E-GMP, Lee ha aggiunto: “La particolare architettura della piattaforma EV a skateboard ci permette di “allungare” l’abitacolo per avere maggiore spazio. La Prophecy è una sedan del futuro. Non si tratta di una station wagon di tipo tradizionale: lo spazio interno sarà tantissimo e la curvatura della linea del tetto molto accentuata (simile a quella di una coupe o di una shooting brake ndr)”.

Per quanto riguarda il design, le forme di griglia anteriore e dei gruppi ottici non seguiranno esattamente lo stesso stile, come di solito accade per altri brand, ma diversificheranno le vetture donando ad ognuna una propria e distinguibile identità. Solamente la firma luminosa dei fari LED “a pixel” sarà un elemento comune a tutta la futura generazione della casa sudcoreana.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati