Nuova Peugeot 208 2020: focus sui sistemi di assistenza attiva alla guida [FOTO e VIDEO]

Con guida autonoma di Livello 2

La nuova Peugeot 208 si propone al pubblico con un notevole carico di innovazioni tecnologiche. In questa evoluzione uno degli aspetti che ne beneficia maggiormente è la sicurezza.

Non a caso la nuova nata della Casa del Leone è in grado di garantire il massimo grado consentito dalla legge in termini di sistemi di assistenza alla guida, ovvero la guida autonoma di Livello 2.

Non mancano il cruise control adattivo e l’assistenza al parcheggio

La Peugeot 208 2020 offre un pacchetto di equipaggiamenti di sicurezza di ultima generazione che può vantare, tra i tanti, l’Adaptive Cruise Control con funzione Stop&Go, il Lane Positioning Assist per mantenere automaticamente il veicolo all’interno della propria corsia di marcia, e il Park Assist che aiuta a gestire automaticamente le operazioni di parcheggio. A questo si aggiunge il fondamentale Active Safety Brake, ovvero la frenata automatica d’emergenza con rilevamento di pedoni e ciclisti, che funziona anche di notte e fino ad una velocità di 140 km/h.

C’è anche il sistema che rileva la stanchezza del conducente

La dotazione della nuova Peugeot 208 beneficia anche del Lane Keeping Assist per l’avviso di superamento involontario delle linee di corsia e con correzione attiva della traiettoria sullo sterzo, del Driver Attention Alert che rileva la distrazione del guidatore attraverso le analisi dei micromovimenti del volante, e dell’High Beam Assist per la commutazione automatica di abbaglianti e anabbaglianti.

Ulteriori sistemi di assistenza alla guida presenti sulla nuova 208 sono lo Speed Limit Detection che legge i cartelli stradali con suggerimento dei limiti di velocità, l’Extended Traffic Sign Recognition, che rileva i cartelli stradali di stop e senso vietato, e l’Active Blind Corner Assist, che monitora l’angolo cieco alle spalle dell’auto correggendo attivamente la traiettoria del veicolo qualora ci fosse un veicolo in fase di sorpasso.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati