Seat: intenso programma di screening per la riapertura del 27 aprile

Seat: intenso programma di screening per la riapertura del 27 aprile

Oltre 15 mila test in meno di 5 settimane, si parte dalla sede di Martorell

Seat: intenso programma di screening per la riapertura del 27 aprile

In Spagna, la Seat è la prima azienda che si è mossa per organizzare un piano di screening strategico su tutta la sua forza lavoro. Nessun’altra azienda si era fino ad ora mossa in quest’ottica, pensando appunto di far ripartire alcuni impianti già dal 27 aprile. La casa spagnola ha infatti comunicato alla stampa locale che saranno effettuati oltre 15 mila test per poter mappare con certezza i soggetti che dovranno rimanere lontani dalle proprie sedi lavorative.

Test con la PCR a Martorell

La casa spagnola avrebbe deciso di sottoporre i propri dipendenti a dei test più approfonditi sfruttando la tecnica della PCR (Polymerase Chain Reaction), una tecnica da laboratorio che consente di duplicare il DNA di un soggetto in modo esponenziale, così da poter rendere più evidenti i filamenti di RNA appartenenti al tanto temuto virus di SARS-CoV-2. I test partiranno dalla sede di Martorell per poi allargarsi ai centri di Barcellona e altri partner commerciali molto stretti, tra cui alcune filiali del Gruppo Volkswagen sempre sul suolo spagnolo. I test sarebbero iniziati già dalla giornata di ieri dalla sede centrale, procedendo con un ritmo di circa 3000 test a settimana.

Testare tutti i dipendenti è il modo migliore per ridurre al minimo la diffusione del virus. Inoltre, da un punto di vista epidemiologico, è una grande opportunità per arricchire le conoscenze scientifiche che abbiamo del COVID-19, poiché la forza lavoro di SEAT è un ampio e rappresentativo campione della società“, ha affermato il dott. Bonaventura Clotet, direttore di IrsiCaixa e membro del comitato scientifico di SEAT.

La fabbrica di Martorell riprenderà sulla base di una turnazione rallentata, per poter dare modo ai vari dipendenti di intercambiarsi sul luogo di lavoro senza rischiare di affollare eccessivamente alcuni spazi, rendendo igienizzate tutte le aree e mantenendo la distanza di sicurezza. Su quella linea di produzione torneranno a vedere la luce le nuove Seat Ibiza, Seat Arona e Leon, oltre alla nuova Audi A1. Dalla prima settimana verranno prodotte circa 360 auto al giorno, salendo a 630 nelle due settimane successive. Si tornerà ai ritmi pre-Covid solo con giugno, sempre nei limiti della situazione della Pandemia.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati