Alfa Romeo Giulia e GTV DTM: accoppiata da corsa per rivitalizzare la serie turismo [RENDER]

Alfa Romeo Giulia e GTV DTM: accoppiata da corsa per rivitalizzare la serie turismo [RENDER]

Entrambe con livrea Martini Racing

Alfa Romeo Giulia e GTV DTM: accoppiata da corsa per rivitalizzare la serie turismo [RENDER]

Dare nuova linfa al Campionato DMT, la serie automobilistica per vetture turismo organizzata in Germania (ma con gare disputate in tutta Europa), è una delle motivazioni che hanno spinto il creativo LP Design nella realizzazione del suo nuovo progetto render.

Alla ricerca di nuove emozioni nel DTM

La riproduzione grafica di LP Design ci propone le nuove Alfa Romeo Giulia e GTV DTM, due vetture racing che riporterebbero il marchio del Biscione nel mondo delle corse, ipotesi della quale si discute da diverso tempo. L’ingresso di Alfa Romeo nella serie DTM, oltre a far felici gli appassionati della Casa di Arese, andrebbe anche a colmare quel vuoto che si aprirà nel prossimo anno, con l’uscita dal DTM da parte di Audi.

Livrea Martini e kit aerodinamico per correre

Così a rianimare un campionato che sembra indirizzarsi verso il viale del tramonto, potrebbero arrivare le auto da corsa di Alfa Romeo. Per questa fantasiosa interpretazione LP Design ha applicato delle caratteristiche livree Martini Racing su carrozzeria bianca, mentre i dettagli dominanti delle grafiche sono in rosso sulla Giulia e in blu sulla GTV. Entrambe le vetture Alfa Romeo protagoniste di questo render, che lo posiziona già in pista pronte a correre, sono caratterizzate da tutta una serie di appendici aerodinamiche ben visibili, come lo splitter anteriore, le alette sul paraurti anteriore, i passauruota maggiorati, i sottili specchietti laterali ed il grande alettone posteriore.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati