L’autopilot di Tesla aggiunge nuove funzioni con l’ultimo aggiornamento

L’autopilot di Tesla aggiunge nuove funzioni con l’ultimo aggiornamento

Le vetture più moderne saranno in grado di arrestarsi ai semafori e agli stop

L’autopilot di Tesla aggiunge nuove funzioni con l’ultimo aggiornamento

Tesla ha iniziato a rilasciare l’ultimissimo aggiornamento per il suo sistema di guida autonoma Autopilot, per il momento riservato ai suoi veicoli più recenti. Tra le novità presenti, oltre ad alcune correzioni in termini di fluidità della marcia e lettura dello spazio circostante, troviamo la possibilità di far arrestare l’auto agli stop e ai semafori rossi in via totalmente autonoma.

Fase di test per il nuovo aggiornamento

Sarebbe stato rilasciato verso la fine di Marzo ad un gruppo di clienti riservato che avrebbe sottoscritto una sorta di permesso per diventare delle specie di “cavie” per i nuovi aggiornamenti di Tesla. Un gruppo di circa 5 mila clienti Tesla ha infatti acconsentito, al momento dell’acquisto, ad avere accesso ai nuovi aggiornamenti in via anticipata, inviando alla sede dei report sul comportamento della vettura per testarne la reale affidabilità su strada.

Dopo circa un mese di test, Tesla è pronta ad annunciare che questo aggiornamento verrà rilasciato a tutti i veicoli dotati del sistema “Hardware 3” di ultima generazione, nonché dotati del sistema completo Autopilot. Se attivata questa modalità infatti, l’auto sarà in grado di rallentare ed arrestarsi autonomamente in prossimità di stop o semafori a luce rossa. Per ripartire sarà poi necessario premere leggermente sul pedale dell’acceleratore o riattivare il sistema autopilota dall’apposito comando.

Tesla ha poi comunicato che il sistema funzionerà su tutti i tipi di incrocio con segnaletica ben evidenziata (e soprattutto presente), così come nei passaggi a livello o in prossimità di strisce pedonali, se dovesse rilevare dei pedoni nelle vicinanze. Rimane da capire se dovesse funzionare alla perfezione anche in caso di controluce o bagliori alternativi he potrebbero mandare in crisi i rilevatori del sistema. Tesla precisa: “Bisogna comunque mantenere l’allerta massima alla guida, anche attivando il sistema Autpilot“.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati