Leasys: la Fase 2 con la nuova formula FlexRent

Leasys: la Fase 2 con la nuova formula FlexRent

Il noleggio per una settimana, un mese o tre mesi

Leasys: la Fase 2 con la nuova formula FlexRent

Oggi si è aperta in Italia la Fase 2 della lotta al coronavirus, con minori limitazioni sugli spostamenti e la possibilità per tanti italiani di tornare al lavoro. L’auto è il mezzo più sicuro per mantenere il distanziamento ed evitare gli assembramenti, come fondamentale per proseguire nell’uscita dall’emergenza. Leasys FlexRent è la nuova formula per il noleggio di una vettura.

Le soluzioni per i clienti privati ed aziende

Sono tre le soluzioni previste da questa nuova formula, con un noleggio auto rispettivamente di una settimana, un mese o tre mesi. Si parte da FlexRent 7, cioè un noleggio con durata massima di 7 giorni con chilometraggio illimitato e rinnovabile ogni settimana.

Chi vuole noleggiare l’auto per un mese c’è FlexRent 30, con 3000 chilometri inclusi nel canone e rinnovabile di mese in mese fino a 6 mesi, mentre FlexRent 90 ha una durata minima di 3 mesi, con 3000 km al mese inclusi ed è rinnovabile fino a sei mesi.

Come si noleggia l’auto

Per noleggiare l’auto, bisogna acquistare un voucher su Amazon del valore di 9,99 euro e poi prenotare la vettura sul sito ufficiale di Leasys. L’auto può essere poi ritirata in uno dei Leasys Mobility Store italiane in sicurezza, grazie agli standard di pulizia ed alle procedure di igienizzazione.

Fiat e Jeep a partire da 129 euro a settimana

FlexRent 7 è disponibile per Fiat Panda e 500 al costo di 129€ a settimana e per Fiat 500L, 500X e Jeep Renegade al costo di 149€ a settimana. FlexRent 30 è disponibile per Fiat Panda e 500 al costo di 299€ al mese, mentre su Fiat 500L, 500X e Jeep Renegade al costo di 399€ al mese.

FlexRent 90 è disponibile per Fiat Panda e 500 al costo di 289€ al mese e per Fiat 500L, 500X e Jeep Renegade al costo di 389€ al mese. Tutte le offerte includono la riduzione responsabilità danni, la riduzione responsabilità furto e incendio e oneri stradali.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati