Elon Musk porta Tom Cruise nello spazio per girare un film con la NASA

Il primo film girato nello spazio ha il benestare della Nasa e del fondatore di Tesla

Elon Musk porta Tom Cruise nello spazio per girare un film con la NASA

L’emergenza Coronavirus ha impedito le riprese del nuovo film Mission Impossible di Tom Cruise sia a Venezia sia a Roma con lo stop forzato della produzione con riprese a data da destinarsi. Una idea sarebbe quello di sposare il set… dove? Nello spazio ovviamente.

Pazza idea

Non dovrebbe trattarsi di un nuovo capitolo di Mission Impossible ma di un film con trama e sceneggiatura originale. L’indiscrezione arriva da oltreoceano e vedrebbe l’unione di un terzetto d’eccezione molto affascinante. Il celeberrimo attore di Hollywood è in contatto con Elon Musk, patron di Tesla e di Space X, che starebbe già prendendo accordi con la NASA per produrre il primo film nello spazio.

La conferma della NASA su Twitter

Sappiamo che l’eccentrico Elon Musk non è un uomo che si tira indietro quando le situazioni sembrano impossibili e ha contatti diretti con la NASA per il suo programma di vacanze nello spazio a scopo turistico con Space X. L’obiettivo è proprio quello di realizzare il primo lungometraggio, girato nello spazio e secondo il sito americano Deadline il genere sarà di azione e avventura ma il resta, produzine e cast non sono stati ancora svelati. Una faccenda che diventa seria dopo l’annuncio su Twitter dell’amministratore della Nasa Jim Bridenstine ha annunciato: “La Nasa è entusiasta di lavorare con Tom Cruise su un film a bordo della Stazione spaziale internazionale! Abbiamo bisogno di mezzi di comunicazione popolari per ispirare una nuova generazione di ingegneri e scienziati e trasformare i piani ambiziosi della Nasa in realtà“.

Tom l’impavido

In attesa del nuovo Top Gun, in uscita a dicembre 2020, Tom Cruise potrebbe tornare ancora una volta alla ribalta in grande stile visto che sembra non abbia paura di niente. Infatti l’attore 57enne ha già dato prova di estremo coraggio sul set girando scene estreme senza controfigure. Tra le sue “imprese” più spericolate sono celebri la scalata del grattacielo Burk Khalifa di Dubai, in “Mission Impossible – Protocollo Fantasma”, e la scena cult di “Mission Impossible – Rogue Nation” quando si è aggrappato all’esterno di un aereo in fase di decollo che viaggiava a 300 km/h.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati

    Auto

    SsangYong ancora protagonista del cinema italiano

    I SUV Rexton e Tivoli auto protagoniste del film "7 ore per farti innamorare"
    SsangYong continua la propria avventura e partecipazione nel cinema italiano. Dopo la fortunata esperienza e debutto con il film “Odio