Land Rover rafforza il supporto alla Croce Rossa Italiana per ripartire con slancio [VIDEO]

Land Rover rafforza il supporto alla Croce Rossa Italiana per ripartire con slancio [VIDEO]

Risorse dedicate a sostenere la ripresa delle attività

Land Rover rafforza il supporto alla Croce Rossa Italiana per ripartire con slancio [VIDEO]

In questa fase di ripartenza in cui si cerca un graduale e prudente ritorno alla normalità dopo il momento più acuto dell’emergenza coronavirus, Land Rover si schiera ancora una volta in maniera più energica e decisa al fianco della Croce Rossa Italiana.

Land Rover focalizzata sulla lotta al Cvodi-19

Del resto la Casa britannica collabora da oltre 65 anni con la Federazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (IFRC), aiutando le comunità a prepararsi e a rispondere alle emergenze. Una partnership che negli ultimi mesi si è totalmente indirizzata verso la lotta al Covid-19, con Land Rover che ha messo a disposizione della Croce Rossa oltre 300 veicoli in diversi Paesi, tra cui Australia, Regno Unito, Spagna, Italia, Sudafrica, Brasile e Paesi Bassi.

Risorse specifiche per sostenere la ripartenza in Italia

Sospendendo momentaneamente il piano triennale di collaborazione che, a partire dal 2020, doveva riguardare la preparazione e la formazione in caso di calamità ed emergenze urbane multi-sito, Land Rover, su esplicita richiesta della Croce Rossa Italiana, ha messo in stand-by questo progetto ed ha trasferito il relativo primo anno di finanziamenti a supporto delle attività di ripresa delle regioni italiane più colpite dalla crisi sanitaria.

Flotta di Land Rover alla CRI armata di droni

Questa decisione rafforza ulteriormente il supporto alla Croce Rossa e si aggiunge all’iniziativa già messa in atto da Jaguar Land Rover Italia che ha reso disponibile una piccola flotta di Land Rover alla Croce Rossa Italiana. Vetture queste che vengono utilizzate dagli operatori delle unità SAPR (Sistemi Aeromobile a Pilotaggio Remoto) impiegate in emergenza. In questo modo è stato possibile sfruttare al meglio la flotta di droni della CRI che garantisce interventi a supporto delle attività dei soccorritori in aree altrimenti inaccessibili.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati