Chrysler 300 C 2023: la variante elettrica o ibrida per il futuro [RENDER]

Chrysler 300 C 2023: la variante elettrica o ibrida per il futuro [RENDER]

Completamente nuova, con interni futuristici e meccanica elettrificata

Chrysler 300 C 2023: la variante elettrica o ibrida per il futuro [RENDER]

La famiglia delle berline lussuose sta continuando a perdere colpi dopo l’avvento inaspettato dei SUV. La categoria peer eccellenza delle auto sta rischiando di soccombere ai colpi inarrestabili delle vetture rialzate, sviluppate con qualsiasi stile, dimensione o funzionalità. La mitica Chrysler 300 C non ha più subito alcun tipo di trattamento anti-età dal 2014, anno in cui ricevette l’ultimo restyling. Non ci sono piani o indizi sul suo futuro, quindi proviamo ad immaginarlo noi con questo render.

Aspetto imperioso e regale

Non ci sono infatti rumors circa il suo futuro. Non è stato ancora avvistato alcun muletto o auto di priva che possa farci pensare che esista una sorta di piano per lei. Non ci rimane quindi che ipotizzarlo autonomamente con questo progetto grafico realizzato da Carscoops, che ringraziamo per le immagini. Ritroviamo infatti l’aspetto imperioso tipico della berlina americana, con una mascherina verticale e dalle dimensioni più che generose. Completamente nuovi i gruppi ottici a Led, che rendono più tech il frontale. Curiosa la scelta di utilizzareuna duplice tonalità per la parte superiore della carrozzeria.

Nella fiancata troviamo un po’ di regalità in stile Rolls-Royce con le portiere incernierate alle estremità della vettura, oltre a dei finestrini privi di cornice. Dietro al passaruota frontale troviamo anche lo sportellino per la ricarica della batteria nella versione Ibrida Plug-in o elettrica.

Interni hi-tech e digitalizzazione ovunque

L’interno della 300C non è mai stato un fiore all’occhiello per la tecnologia infatti i designer han deciso di sbizzarrirsi per poter donare nuova vita all’ammiraglia di cara Chrysler. Troviamo infatti una plancia ultra minimale, con un grosso schermo al centro, uno più piccolo sotto di esso e una parte interattiva nella parte di plancia davanti al passeggero frontale. Pochi tasti, linee dolci e prive di angoli rendono molto futuristico l’abitacolo.

Meccanica e motori

Mentre l’attuale 300 C presenta un telaio e una meccanica non proprio all’ultimo grido, dopo la fusione con il gruppo PSA, la nuova 300 C potrebbe avere accesso alla piattaforma modulare multienergia del gruppo francese. Si parla quindi di pesi contenuti, grande rigidità torsionale e possibilità di ospitare tecnologia Ibrida Plug-in o elettrica. Si potrebbe anche pensare ad un rinnovamento della piattaforma Giorgio di Alfa Romeo, ottima dal punto di vista delle performance ma non proprio al passo con le ultime tecnologie elettrificate. Si potrebbe sfruttare il 3.6 V6 della Chrysler Pacifica in configurazione Plug-in con una batteria agli ioni di litio da 16 kWh.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati