Audi e-tron Sportback: focus sui fari LED Digital Matrix [FOTO]

Proiettori che rappresentano la nuova frontiera dell'illuminazione

La nuova Audi e-tron Sportback porta in dote il meglio della tecnologia della Casa dei Quattro Anelli e non fa eccezione la componentistica dedicata all’illuminazione.

Proiettori LED Digital Matrix al debutto

Confermando di essere un pioniere nel settore dell’illuminazione sin dagli albori del marchio, Audi porta sulla e-tron Sportback la tecnologia più avanzata per quanto riguarda la capacità di fare luce e garantire visibilità durante la guida notturna. Dopo i proiettori a LED Audi Matrix con luce laser, oggi disponibile su diversi modelli della gamma dei Quattro Anelli, il costruttore di Ingolstadt alza ulteriormente l’asticella introducendo sulla Audi e-tron Sportback i proiettori LED Digital Matrix, una novità assoluta, al debutto in anteprima su una vettura di grande serie.

Chip con un milione di microspecchi

Questa tipologia di fari sfrutta la scomposizione in pixel infinitesimali del fascio luminoso facendo sì che la strada venga illuminata con un’efficacia sinora sconosciuta, sfruttando sia le aree luminose sia le zone d’ombra. Alla base di questi innovativi proiettori c’è la tecnologia DMD (Digital Micromirror Device) impiegata anche per i videopriettori professionali. Il componente principale, spiega Audi, è un chip corredato di circa un milione di microspecchi, i cui lati misura alcuni centesimi di millimetro. Grazie alla generazione di un campo elettrostatico, ogni microspecchio può cambiare orientamento sino a 5.000 volte al secondo. In funzione della posizione, la luce a LED viene proiettata lungo la strada oppure catturata da un assorbitore così da generare delle zone d’ombra.

Dalle animazioni dinamiche alle funzioni luce di orientamento e di carreggiata

I fari Audi LED Digital Matrix svolgono diverse funzioni. In primis, le animazioni dinamiche Leaving Home e Coming Home proiettate lungo una parete o al suolo. Oltre a configurare il fascio anabbagliante secondo tre modalità (luce di svolta, per la marcia in zone urbane e in autostrada), questi proiettori Audi possono gestire gli abbaglianti in modo molto preciso. Spiccano, in particolare, le inedite funzioni “luce di orientamento” e “luce di carreggiata“. Lungo le strade ad alto scorrimento, la luce di carreggiata genera un tappeto luminoso che rischiara la corsia di marcia adattandosi ai cambi di traiettoria dell’auto. Ciò concentra l’attenzione del conducente sulla corsia rilevante e aumenta la sicurezza stradale. Diversamente, la luce di orientamento, tramite la proiezione delle zone d’ombra, mostra in modo predittivo la posizione del veicolo all’interno della corsia, favorendo il mantenimento del centro strada, specie nelle strettoie o in prossimità dei cantieri.

Funzione luce segnaletica e migliore alla gestione adattiva degli abbaglianti

Optando per il sistema Night Vision, disponibile in optional, i fari LED Digital Matrix si arricchiscono della funzione “luce segnaletica“. Se il sistema rileva la presenza di un pedone, il fascio luminoso lo evidenzia, riducendo il rischio che le persone sul ciglio della strada non vengano viste. Queste innovazioni vanno ad affiancare gli affinamenti nella gestione adattiva Matrix degli abbaglianti: grazie alla tecnologia DMD è possibile sia illuminare con superiore profondità l’interno curva sia, una volta arrestata la vettura a bordo strada, proiettare dinanzi all’auto una rappresentazione tanto della manovra appena eseguita quanto di quella successiva.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati