Abarth 695 70° Anniversario: tecnica e tradizione nello sviluppo dello Spoiler ad Assetto Variabile

Una ricerca aerodinamica già rilevante negli anni '60

Dal leggendario “siluro” Abarth 1000 Bialbero Record del 1960, alle Abarth 1000 Corsa dotate di un primo spoiler in resina nel 1966. Sono significativi gli esempi di ricerca aerodinamica legati al marchio Abarth. Soluzioni e affinamenti mirati per performance interessanti, come il sofisticato Spoiler ad Assetto Variabile presente sulla Abarth 695 70° Anniversario.

Lo Spoiler ad Assetto Variabile

Gli ingegneri Abarth hanno lavorato su questo sistema nella galleria del vento di FCA ad Orbassano (Torino) e sul circuito laziale di Vallelunga. Questo Spoiler ad Assetto Variabile ottimizza le prestazioni aerodinamiche della vettura, incrementando la tenuta sui tratti misto veloci e la stabilità stessa alle alte andature. Uno spoiler regolabile manualmente in 12 posizioni, la cui inclinazione può spaziare da 0 a 60°. Un ventaglio di possibilità tenendo presenti: le differenti necessità, i tratti di percorrenza e il più congeniale posizionamento in base ai gusti di chi guida, indipendentemente dalle prestazioni della vettura.
Con un’inclinazione di 60° (il livello massimo) a una velocità di 200 km/h, l’incremento di carico aerodinamico può ammontare a 42 kg, riprendendo le informazioni. Nel misto veloce risulta un funzionale contributo per dinamismo e stabilità. Affrontando il “Curvone” del circuito di Vallelunga, ad esempio, si evidenzia come lo Spoiler ad Assetto Variabile consenta un’attenuazione delle correzioni sullo sterzo di quasi il 40%, favorendo un tipo di guida più “pulita” e un utile sostegno in cerca del limite.
Curata anche la parte acustica in fase di affinamento. Un altro aspetto tenuto in considerazione, smorzando fastidiose turbolenze e pensando al comfort di marcia. I test nelle varie configurazioni e condizioni di assetto, per ottimizzare ogni dettaglio, sono stati effettuati nella galleria aerodinamica full scale situata a Orbassano, nel torinese.

La tradizione dello Scorpione

Una delle storiche e connotative caratteristiche di Abarth è l’efficienza aerodinamica portata all’estremo. La forza di Abarth è sintetizzata nell’efficacia totale del mezzo, nel sofisticato equilibrio tra elementi, reazioni fisiche e potenza motrice, che in passato ha permesso a diversi giovani piloti anche grazie ai kit di concretizzare i loro sogni di vittoria. Studio, passione e talento, ricordando i 133 record ottenuti a bordo delle vetture siglate con lo Scorpione dal 1956 al 1966. In particolare gli 8 primati conquistati nel 1960 grazie all’Abarth 1000 Bialbero Record Pininfarina. Fu ribattezzata “siluro d’argento” per la forma affusolata ed estesa, ottimizzata nella galleria del vento del Politecnico di Torino, raggiungendo il ragguardevole coefficiente aerodinamico (CX) di 0,20.
Le storiche Abarth 1000 Corsa, gli esemplari da competizioni che rappresentavano un’evoluzione prestante delle storiche 600, sono state tra le prime a giovare delle ricerche sul fronte aerodinamico. Esemplari vincenti già nel 1962, erano riconoscibili dal loro cofano posteriore aperto, funzionale per dissipare il calore. Ma affioravano anche interessanti qualità aerodinamiche.
Allora Abarth nel 1966 sviluppò uno spoiler in resina, diventando una delle prime realtà a collocare un alettone sulle auto da competizione. Lo Spoiler ad Assetto Variabile della Abarth 695 70° Anniversario rimanda a questa soluzione, rimarcando l’indole sportiva del marchio che affina le proprie idee in gara prima di trasferire questa esperienza sulle vetture stradali.

Prestazioni a livello totale

Carlo Abarth, come ricordato, considerava le performance a 360° gradi. Diversi concetti da tradurre in prestazioni, tenendo presente aerodinamica, tenuta del mezzo e frenata, oltre alla potenza espressa dal propulsore.
La nuova Abarth 695 70° Anniversario e lo Spoiler ad Assetto Variabile sono nuovi tasselli di una storia interessante e vincente. Un nuovo elemento racing al 100% che ricorda un po’ anche lo spoiler della leggendaria Lancia Delta Integrale.

Immagini: Abarth

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati