Citroen Ami: la citycar elettrica e la personalizzazione [VIDEO]

Si guida anche con il patentino

La Citroen Ami è stata presentata all’inizio del 2020 ed arriverà in estate sulle strade europee. La citycar elettrica si distingue per le dimensioni particolarmente ridotte, con forme minimaliste ed essenziali, ma anche per le diverse possibilità di personalizzazione. Proprio quest’ultime sono in primo piano nel nuovo video ufficiale rilasciato dalla casa del Double Chevron.

Design originale

Anticipato dalla concept presentata a Ginevra 2019, questo modello punta sulla distintività estetica grazie un originale design che esalta la simmetria ed offre numerose possibilità di personalizzazione, grazie a sei pacchetti di accessori colorati disponibili. Sono 4 le tonalità principali: My Ami Orange, My Ami Blue, My Ami Khaki, My Ami Grey. Inoltre, la piccola due posti è dotata di vetri laterali ad apertura basculante che evocano la soluzione della storica 2CV di Citroen.

Tante possibilità di personalizzazione

Un kit di accessori, che il cliente può installare da solo, permette di rendere unica la propria Citroen Ami. Dalla rete centrale di separazione ai tappetini, dal supporto per gli smartphone agli appendi-borsa, arrivando fino ai vani porta-oggetti sulla plancia.

Sono, poi, disponibili anche due ulteriori pack per aggiungere elementi decorativi e funzionali. Il My Ami Pop con personalizzazione color Orange e spoiler posteriore, mentre il My Ami Vibe propone elementi in grigio, con decorazioni del tetto ed accessori di gamma superiore.

Si guida col patentino AM

La capacità della Citroen Ami di rendersi accessibile a un pubblico ampio la porta ad andare incontro non solo agli automobilisti, ma anche agli adolescenti, dato che la nuova due posti elettrica del marchio francese si guida anche con la patente AM (il patentino) che può essere conseguita a partire dai 14 anni.

Lunga 2,41 metri, si ricarica in 3 ore

La Citroen Ami ha dimensioni estremamente contenute: 2,41 metri di lunghezza, 1,39 m di larghezza e 1,52 m d’altezza. La sua compattezza permette grande agilità nel traffico e facilità nel trovare il parcheggio. Dotata di una batteria da 5,5 kWh, la city car è in grado di ricaricarsi completamente in sole 3 ore collegata ad un presa domestica da 220 V. Con la struttura da quadriciclo leggero e l’assenza di frizione, la Citroen Ami raggiunge i 45 chilometri orari di velocità di punta.

Ideale per car sharing e noleggio

La citycar del Double Chevron, che si rivolge a un target variegato che ha bisogno di muoversi agevolmente da un punto all’altro della città senza particolari vincoli, si proporrà sul mercato con una serie di offerte studiate per soddisfare ogni esigenza: dal car sharing al noleggio, proponendo soluzioni che ne facilitino l’utilizzo sia a breve che a lungo termine.

Prime consegne in Francia a giugno, poi anche in Italia

Il debutto della Citroen Ami sul mercato avverrà prima in Francia, dove gli ordini si sono aperti lo scorso 30 marzo con le prime consegne previste per giugno, e successivamente in Spagna, Italia, Germania, Belgio e Portogallo.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Florio

    28 Febbraio 2020 at 13:12

    Chissa’ quante migliaia di Euro dovremmo Spendere per una Schifezza del Genere con una Autonomi …Forse di 50 kim. E le Case Automobilistiche le Pubblicizzano pure….anche Negando la Produzione di Auto a Motore Termico.
    Se NON Producono Auto con Autonomia di almeno 500 km …Fra qualche Anno ci Saranno Solamente AUTO d’ EPOCA con Motore Termico. Nessuno Spendera’ dai 20.000 ai 30.000 €uro per un’ Auto Elettrica per Muoversi SOLO in Citta’.
    Se NON ci sara’ piu’ Produzione di Auto a Motore Termico…quelle Elettriche Dovranno avere Autonomie di 700-800 km..altrimenti NOn le Compera NESSUNO !!!

Articoli correlati