Peugeot 404: i 60 anni del modello nato dalla matita di Pininfarina

Peugeot 404: i 60 anni del modello nato dalla matita di Pininfarina

Quasi 3 milioni di esemplari venduti

Peugeot 404: i 60 anni del modello nato dalla matita di Pininfarina

La Peugeot 404 festeggia i suoi 60 anni di storia. Questo modello fu presentato ufficialmente nell’aprile del 1960, alle porte del centro di produzione di Sochaux, per arrivare sul mercato internazionale poco dopo. Fu realizzata con la linea disegnata da Pininfarina ed ebbe un ottimo successo, con poco meno di 3 milioni di esemplari venduti e vittorie anche a livello sportivo.

Le caratteristiche della Peugeot 404

La linea del designer italiano prevedeva montanti sottili, linee di fiancata lisce, pinne posteriori e cromature che strizzano un po’ l’occhio a ciò che accade oltreoceano. Come da tradizione della casa del Leone, alla versione berlina vengono affiancate le versioni cabriolet (anche con hard-top) e coupé, prodotte presso gli stabilimenti Pininfarina con la meccanica montata a Sochaux.

Oltre a quelle più classiche, venne anche prodotta nelle colorazioni più ardite: arancione acceso, grigio tortora e blu laguna, colori inconsueti fino ad allora. La Peugeot 404 era disponibile con le versioni alimentate a carburatori, ad iniezione e con le motorizzazioni diesel, mentre un’anteprima di questo modello fu l’introduzione dei freni a tamburo, con il servofreno Hydrovac.

Quasi tre milioni di esemplari venduti

Come dicevamo, questo modello storico ebbe un ottimo successo e venne venduta in 2.885.377 esemplari totali, di cui 1.672.395 con carrozzeria berlina, 10.387 cabriolet, 6.837 coupé ed il restante diviso tra pick up e cabinati, commerciali e familiari. La coupé chiuse la produzione nel 1968, mentre le altre versioni proseguirono in Europa fino al 1975 e quella pick-up fino al 1978.

I risultati anche nel mondo dello sport

La Peugeot 404 non fu solamente un modello di successo per il pubblico, ma ottenne anche risultati importanti nelle competizioni. L’East African Safari fu terra di conquista per questo modello, con i successi nel 1963, 1966, 1967 e 1968. Anche in Sudamerica la vettura francese ottiene delle vittorie molto prestigiose: si è aggiudicata, nel 1963 e nel 1965, il Grand Prix d’Argentina.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati