Subaru Impreza e-Boxer: tutti i dettagli della quinta generazione ibrida

Arriva anche in Italia l'Impreza di tipo mild-hybrid. Ecco tutte le sue dimensioni, caratteristiche tecniche, allestimenti e prezzo

Noi di Motorionline avevamo già provato in anteprima la Subaru XV in versione mild-hybrid e ora l’aggiornamento tecnico viene condiviso anche con la nuova Subaru Impreza e-Boxer 2020. La berlina nata nel ‘92 consacrata nel motorsport con Mondiali Rally e gare endurance, in versione WRX e WRX STI, è stata elettrificata diventando una ibrida di tipo mild-hybrid.

Dimensioni e sospensioni

La Subaru Impreza e-Boxer di quinta generazione ha dimensioni compatte di 4,475 metri di lunghezza, 1,480 di altezza, 1,775 metri di larghezza e un passo di 2,67 metri. Il peso in ordine di marcia è di 1.515 kg mentre il sistema di sospensioni della Impreza è di tipo MacPherson all’anteriore e MultiLink al posteriore.

Atto quinto stessa ricetta

Come già visto sul crossover compatto XV anche con la Impreza ibrida il motore è sempre l’e-Boxer con la trazione integrale permanente Subaru Symmetrical AWD. Il quattro cilindri boxer permette di abbassare il baricentro rispetto ai classici motori con cilindri in linea o a V e l’albero motore è allineato al cambio e trasmissione per un perfetto bilanciamento dei pesi. Sotto al vano bagagli, sopra l’asse posteriore, vengono collocate il pacco batterie agli ioni di litio da 13,5 kW che non alterano il bilanciamento dell’auto. Rispetto alla versione 2.0 litri benzina l’Impreza e-Boxer pesa solo 110 kg in più. La piattaforma globale SGP utilizzata permette più rigidità torsionale ma anche più sicurezza con l’aggiunta del Subaru EyeSight v3 di serie. In più è possibile viaggiare a zero emissioni per circa 1,6 km a patto di rimanere sotto i 40 km/h di velocità.

Caratteristiche motore e-Boxer

Il motore è il classico quattro cilindri orizzontali contrapposti da 150 CV tra i 5.600 e 6.000 giri/minuto e 194 Nm di coppia massima a 4.000 giri. Il motore termico da 2.0 litri lavora in sinergia con il motore elettrico da 16,7 CV e 66 Nm di coppia che da un boost nelle ripartenze al semaforo e riduce i consumi quando veleggiamo o quando affrontiamo le situazioni di traffico cittadino con il classico “tira e molla” dell’acceleratore che possiamo sfruttare per rigenerare energia per le batterie. L’omologazione è Euro 6d-TEMP e la trazione integrale permanente in ogni condizione di utilizzo.

Dinamica e assistenza alla guida

La guida ricorda molto quella a modi “singolo pedale” già sperimentata con la XV ibrida e con altre auto equipaggiate con la medesima tecnologia. La corretta pressione sull’acceleratore, e il suo rilascio, determinano l’efficienza massima in termini di prestazioni e consumi. In aiuto c’è il display che ci segnala quando utilizziamo o stiamo ricaricando le batterie. Quando siamo leggeri sul pedale del gas comparirà a scritta EV driving che ci segnala il funzionamento del solo motore elettrico, la scritta Motor Assist ci evidenzia la sinergia del 2.0 litri benzina con il motore elettrico mentre alle alte velocità di trasferimento autostradale compare la scritta Engine Driving con la possibilità di ricaricare le batterie durante il viaggio.

Cambio e modalità di guida

Il cambio simula 7 rapporti virtuali e può essere gestito anche tramite palette al volante mentre l’impianto freni integra quattro dischi ventilati al sistema di rigenerazione dell’energia: sembrerà di guidare una classica auto con cambio automatico e frenata tradizionale grazie al software di gestione utilizzato. Le modalità di guida di SI-DRIVE sono solo due: Intelligent Mode (I) per contenere i consumi e Sport Mode (S) per avere accelerazioni più pronte. Il sistema Active Torque Vectoring, invece, gestisce i freni delle ruote interne alla curva così da rallentarle per dare più coppia a quelle esterne a favore di maggiore agilità, sicurezza e performance nella percorrenza in curva.

Sistemi di aiuto alla guida

Già menzionato il sistema EyeSight v3 di serie che funziona tramite due telecamere a colori sul parabrezza con sistema di pre-allerta in fase di accensione degli stop dell’auto che ci precede con collegamento diretto al sistema di anti-collisione con frenata d’emergenza automatica. Il Cruise Control Adattivo è attivabile tra i 30 e 180 km/h, monitoraggio della corsia sopra i 50 orari e mantenimento attivo con intervento al volante. Sempre di serie l’avviso di ripartenza del veicolo che precede al semaforo, gli abbaglianti automatici, sensori di parcheggio posteriori, monitoraggio angolo cieco e monitoraggio del traffico posteriore in retromarcia con frenata automatica.

A tutto schermo

All’interno la strumentazione è analogica per contagiri e tachimetro ma è presente uno schermo digitale da 4,2’’ per visualizzare tutte le informazioni di guida fornite dal computer di bordo. Nel mezzo, invece, c’è uno schermo centrale da 6,3 pollici in posizione rialzata per non permettere distrazioni al volante e, appena sotto, il più grande da 8’’ con display touchscreen che racchiude tutte le informazioni principali del sistema di infotainment come Bluetooth di serie, Subaru Starlink per avere la connessione internet in auto e gli irrinunciabili Apple CarPlay e Android Auto. La dotazione si completa con il sistema keyless per apertura e chiusura porte, climatizzatore bi-zona automatico con bocchette dell’aria anche per chi siede dietro, quattro prese USB, una AUX e una da 12V.

Allestimenti e prezzi

Come abbiamo già visto è davvero ricca la dotazione di serie della nuova Subaru Impreza e-Boxer a cui bisogna aggiungere anche i cerchi in lega da 17’’, fari, fendinebbia e luci posteriori a LED, sendili anteriori riscaldabili e vetri oscurati. Gli allestimenti disponibili sono solo due: Style Navi e Premium che incorpora i sedili in pelle con regolazione elettrica, a otto posizioni per quello del conducente, e tetto apribile elettricamente in cristallo. I prezzi della Subaru Impreza e-Boxer vanno da 32.500 euro per l’allestimento Style NAVI e arrivano a 35.000 euro per l’allesimento Premium che rappresenta il top di gamma. La vernice metalliazzata costa 600 euro in più su entrambi gli allestimenti. La garanzia è di 5 anni a chilometraggio illimitato e 8 anni o 100.000 chilometri per i componenti della parte ibrida; batteria inclusa.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati