McLaren: oltre un quarto della forza lavoro sarebbe a rischio

McLaren: oltre un quarto della forza lavoro sarebbe a rischio

La casa afferma di essere stata "pesantemente colpita" dal Virus

McLaren: oltre un quarto della forza lavoro sarebbe a rischio

Piccola o grande, basic o premium che sia, qualsiasi casa automobilistica è stata colpita dalla crisi derivata dalla pandemia da Coronavirus. La mancanza di fatturato, di vendite, di ricavi e di profitti ha letteralmente messo in ginocchio delle enormi multinazionali abituate ad entrate da svariate cifre. Una totale assenza di entrate ha arrestato il cash flow, per società che normalmente devono comunque sostenere dei costi fissi davvero enormi. Ultima ma non ultima è proprio McLaren, che si è vista costretta a comunicare una crisi senza precedenti, essendo stata “pesantemente colpita” dalla Pandemia, come riferisce in un comunicato ufficiale.

Tempi duri per l’automotive

Secondo BBC infatti, la casa di Woking starebbe pensando di ipotecare la sede di Woking e la sua collezione di auto storiche per poter avere accesso ad un prestito di quasi 400 milioni di sterline per poter riprendere al meglio tutte le operazioni post Covid-19. La stessa rete inglese ha poi rivelato che la situazione finanziaria di McLaren sarebbe anche più grave del previsto: delle oltre 4.000 persone impiegate in tutto il mondo, circa 1.200 sarebbero a rischio licenziamento. La grande maggioranza dei tagli saranno da effettuarsi però nel Regno Unito e proprio alla sede e ai suoi distaccamenti.

Previsti tagli anche nel team di F1

Stessa sorte per il team di Formula 1. Sarebbero a rischio oltre 70 posizioni di circa 800 persone impiegate nel reparto d’élite di McLaren. BBC riferisce che, oltre alla crisi imminente, sarebbe stato già nei piani dell’azienda l’idea di ridurre del 15/20% il personale impiegato nel mondo della Formula 1, ovviamente molto costoso e impegnativo. Sarebbe inoltre presente un accordo con le altre case automobilistiche, nel ridurre le spese destinate al mondo del Motorsport, in un ottica più green e sostenibile.

Il presidente della McLaren Paul Walsh ha rilasciato una dichiarazione, affermando che la società “non ha altra scelta se non quella di ridurre le dimensioni della forza lavoro. Questo è senza dubbio un momento difficile per la nostra azienda, e in particolare per il nostro personale, ma prevediamo tornare agli albori di un tempo, attraverso una strategia efficiente e che cerchi di assicurare maggior soddisfazione al maggior numero di persone. ”

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati