Tesla abbassa il listino di 5.000 euro per Model S e Model X ma ora la ricarica si paga

Tesla abbassa il listino di 5.000 euro per Model S e Model X ma ora la ricarica si paga

Le top di gamma costano meno ma la ricarica nei Supercharger non è più gratis

Tesla abbassa il listino di 5.000 euro per Model S e Model X ma ora la ricarica si paga

C’è un Brand che va controcorrente rispetto alla crisi generale che attanagli tutti i principali player del mondo automotive a causa dell’emergenza Coronavirus. Infatti Tesla non ha problemi a “svuotare i piazzali” perché la domanda supera abbondantemente l’offerta. Infatti la Casa californiana ha dovuto allungare i tempi di consegna delle proprie auto ai clienti in tutto il mondo e anche in Italia abbiamo avuto il recente caso della Tesla Model 3 che ha messo in evidenza questo trend.

Cala il listino ma la ricarica si paga

Per non rischiare di entrare nel vortice della crisi globale Tesla gioca d’anticipo e taglia il suo listino prezzi in tutto il mondo. In particolare in Italia viene abbassato di 5.000 euro il listino di Model S e Model X. Contestualmente la ricarica offerta gratuitamente nei Supercharger non sarà più possibile e avrà un costo di 0,30 euro per kWh anche per i modelli top di gamma.

Tesla Italia in sconto

Così in Italia la Tesla Model S in versione Long range passa da 89.880 a 83.990 euro mentre la versione Performance da 105.990 a 100.990 euro. Stessa sorte per la Tesla Model X: il SUV della Casa californiana passa da a 95.380 a 89.990 euro in versione Long range e da 111.880 euro a poco più di 106.990 per la versione Performance. Su Model S e Model X anche in USA il listino scende di 5.000 dollari ma, a differenza dell’Italia, anche la Tesla Model 3 vede uno sconto di 2.000 dollari mentre la recentissima Tesla Model Y non ha alcun ribasso.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati