Cina: ad aprile i brand premium volano dopo il Coronavirus, con un bel +18%

Cina: ad aprile i brand premium volano dopo il Coronavirus, con un bel +18%

Grande manovra congiunta tra incentivi statali e brand automobilistici

Cina: ad aprile i brand premium volano dopo il Coronavirus, con un bel +18%

Mentre tutto il mondo automobilistico soffre sotto ai colpi del Coronavirus, in Cina la situazione è ben diversa. Dopo i due mesi di stop del paese asiatico, quindi Febbraio e Marzo, il paese si è completamente risollevato nel mese di Aprile, facendo segnare una particolare impennate delle vendite dei marchi premium e di lusso.

Cina, il lusso e il premium più forti di prima

Le informazioni che giungono dalla China Automobile Dealers Association rivelano che i rivenditori di auto di lusso nel paese hanno venduto 277.000 veicoli ad aprile, con un aumento dell’11,1% rispetto allo stesso mese del 2019. Bisogna però considerare che questo valore è anche frutto dello stop imposto per i due mesi precedenti, quindi chiunque fosse intenzionato ad acquistare una vettura ha dovuto per forza aspettare la riapertura di aprile.

Grazie a questo aumento, le auto di lusso hanno rappresentato il 18,7% del mercato ad aprile, un aumento del 3,6% rispetto ad aprile 2019 e un aumento dello 0,4% rispetto alla quota di mercato di marzo. Come però osserva l’associazione, nonostante la flessione al rialzo del mese di aprile, tale categoria di auto risulta sotto agli standard annuali di oltre il 16,4%, con 795.000 unità nei primi quattro mesi del 2020.

Molti brand si sono mossi per tempo, cercando di assicurare una buona mole di veicoli in pronta consegna, maggior stock nei concessionari e forti incentivi per rilanciare il mercato automobilistico. L’unione delle promozioni dei brand premium con gli incentivi governativi han fatto sì che il mercato ripartisse molto più veloce che in altri paesi. Forti anche le politiche di BMW per supportare la rete di concessionari, con incentivi alla forza vendita e nuovi supporti per velocizzare le operazioni di acquisto.

Il premium tedesco va sempre forte in Cina

Tutti e 3 i brand premium tedeschi hanno registrato numeri davvero positivi da questa rispresa post-Coronavirus. Per Mercedes le vendite sono aumentate quasi del 5% rispetto al mese di Aprile 2019, con 62.200 unità immatricolate. BMW ha fatto segnare un + 9,4%, toccando quota 67.000 veicoli, mentre Audi ha fatto registrare un sorprendente +29,9% rispetto allo stesso mese dello scorso anno, con 61.500 unità. Anche Porsche sale sul carro dei vincitori con un bel +24,6% e 8.900 unità nel mese di aprile. Segno positivo anche per Tesla, con un grandissimo +121% e 4.800 veicoli venduti.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati