Mazda MX: la storia di una sigla iconica per il marchio

Dalla concept MX-81 alla prima elettrica MX-30

La Mazda MX-30 è la prima vettura 100% elettrica della casa giapponese ed arriverà nelle concessionarie a partire da fine settembre. Questo modello proseguirà la storia delle auto con sigla MX, cioè quelle che “rappresentano una sfida a creare e fornire nuovi valori senza essere limitate dalle convenzioni”. Come accade da tre decenni a questa parte, non solo con l’iconica MX-5.

All’inizio furono concept car

La prima vettura ad utilizzare questa sigla fu la Mazda MX-81, una concept car presentata nel 1981, progettata dai designer Bertone con una futuristica berlina dalla forma a cuneo, un’enorme superficie vetrata, i fari a scomparsa ed il cockpit a ‘schermo TV’. Due anni più tardi arrivò la MX-02, sempre come concept, cioè una cinque porte dalle fiancate piatte con grandi finestrini.

Il 1985 è la data della presentazione della MX-03: la concept di una sportiva con motore da 315 cavalli, molto ‘esuberante’ e con un abitacolo con una cloche da aereo, al posto del volante, ed il display digitale. Passano ancora due anni ed è il momento della Mazda MX-04, un’evoluzione della precedente ed una sportiva a motore anteriore e trazione posteriore.

La Mazda MX-5 e le vetture di serie

Il 1989 segna la svolta, perché arriva la Mazda MX-5: la prima vettura di serie delle vetture con questa sigla. Una roadster a trazione posteriore, ma economica, andando in controtendenza con quanto stava facendo l’industria automobilistica. Il successo di questo modello è storia e tutti sappiamo come sia diventata un’icona a livello mondiale del marchio giapponese e non solo.

Arrivano altri due modelli di serie negli anni ’90: la MX-3, cioè una coupé hatchback a quattro posti con il più piccolo motore V6 al mondo e la più grande MX-6. Quest’ultima era una coupé a due posti, con lo stile di una coupé premium ed il prezzo di una berlina familiare.

Gli anni 2000 e le nuove concept

Gli anni 2000 riportarono la sigla MX alle concept car. Partendo dalla MX-Sport Tourer del 2001 (MPV estrema con porte freestyle), passando per la MX-Flexa del 2004 (vicina alla Mazda5 di serie) ed arrivando alla MX-Crossport del 2005, che ha anticipato i futuro SUV Mazda.

Anche la Mazda2 e la Mazda3 avevano avuto le loro concept, cioè rispettivamente la MX-Sport Runabout e la MX-MicroSport, mentre ora si tornerà alle vetture di serie, con la citata MX-30. La prima vettura 100% elettrica: un nuovo capitolo nella storia centenaria di Mazda.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati