Climatizzatore auto: ecco come e quando effettuare la ricarica

Climatizzatore auto: ecco come e quando effettuare la ricarica

È sempre meglio rivolgersi ad un professionista

Climatizzatore auto: ecco come e quando effettuare la ricarica

È in arrivo l’estate, si può tornare a spostarsi liberamente su tutta Italia ed è il momento giusto per verificare il corretto funzionamento del climatizzatore della propria auto. Per poter viaggiare con il giusto comfort ed evitare il troppo caldo nell’abitacolo della vettura, soprattutto in vista di lunghi spostamenti per le ferie estive, per cui quest’anno l’auto sarà probabilmente usata ancor di più.

Quando ricaricare il proprio climatizzatore

Il climatizzatore è un impianto con un serbatoio contenente il gas refrigerante, per convertire l’aria calda aspirata dall’esterno in quella fresca, togliendo anche l’umidità, per l’abitacolo. Con il passare del tempo, l’utilizzo e l’usura dell’impianto, alcune perdite possono far diminuire la quantità di gas ed è quindi necessario effettuare la ricarica. Quando? Non c’è un tempo preciso, a volte dopo un paio d’anni, su altre auto può avere una durata maggiore.

Tuttavia, è abbastanza semplice riconoscere se serve la ricarica: se dalle bocchette non esce l’aria fredda o ne esce in quantità non sufficiente oppure se non si raggiunge la temperatura desiderata (per i climatizzatori automatici) è il momento di effettuarla. A meno che non ci sia qualche altro problema all’impianto, in questo caso servirà un intervento più importante.

Portare l’auto ad un professionista

In rete sono presenti numerosi kit di ricarica fai da te, però il nostro consiglio è sempre quella di effettuarla da un professionista. Quest’ultimo ha gli strumenti adatti per valutare se ci sono eventuali problemi nell’impianto e, comunque, per effettuare la ricarica in tutta sicurezza.

I costi per la ricarica

In media la ricarica dell’aria condizionata costa tra 80 e 100 euro, compresa la manodopera, anche se si trovano alcune officine, soprattutto legate ai distributori di carburante all’interno delle città, che la effettuano anche con 50/60 euro circa.

Ovviamente questo è il prezzo solamente della ricarica, se ci sono altri malfunzionamenti dell’impianto il costo andrà a salire per aggiungere quello della manutenzione svolta.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati

    Guide e utilità

    Allergie in auto: come prevenirle

    Fondamentale la pulizia del filtro antipolline. E attenzione al climatizzatore
    Un tempo i problemi per gli automobilisti che soffrivano di allergie arrivavano solo in primavera, ma oggi (anche a causa