Benzina: dopo il lockdown il prezzo risale a più di 1,4 euro al litro

Benzina: dopo il lockdown il prezzo risale a più di 1,4 euro al litro

Per oltre tre mesi il prezzo al litro è rimasto sotto a questa soglia

Benzina: dopo il lockdown il prezzo risale a più di 1,4 euro al litro

Dopo quasi 3 mesi il prezzo medio della benzina al self-service è risalito oltre l’1,4 euro/litro, come testimoniano le elaborazioni di Quotidiano Energia. Dopo la crisi petrolifera di inizio anno e del crollo dei consumi dei carburanti per colpa del lockdown, nelle ultime settimane il prezzo è tornato a salire in modo costante. Il prezzo dei principali gestori oscilla tra 1,395 e 1,421 per il self-service mentre per le pompe senza logo la media è di circa 1,375. Passando al servito i prezzi schizzano tra 1,551 e 1,613, mentre senza logo si stabilizza a 1,432.

Prezzo carburanti, torna a salire dopo il lockdown

Passando al diesel invece il prezzo medio al self-service è di 1,284, che è cresciuto meno in proporzione rispetto alla benzina. Le compagnie principali oscillano tra 1,278 e 1,305, mentre le pompe senza logo rimangono fisse su 1,257 al litro. Con la giornata di ieri Eni ha alzato leggermente i prezzi mentre oggi si è vista una curva ascendente anche per IP e Tamoil, di circa 1 centesimo sia per il diesel che per la benzina, di conseguenza si alza sensibilmente anche alla pompa.

Codacons: si avranno ripercussioni anche sul genere alimentare

L’aumento dei prezzi dei carburanti non è da attribuire all’andamento delle quotazioni petrolifere, ma risiede nell’incremento degli spostamenti degli italiani durante la Fase 3, il che è ingiustificabile, penalizza le tasche degli italiani, sia dal punto di vista della mobilità che per l’acquisto degli altri beni che viaggiano su ruota“, afferma il Codacons. Il prezzo del petrolio al barile si stabilizza invece sui 40 dollari, penalizzando quello che è la ripresa degli spostamenti degli italiani dopo il periodo di chiusura. Questi rincari avranno ovviamente ripercussioni anche sui generi alimentari, che aumenteranno leggermente i proprio prezzi, sia all’ingrosso ma anche al dettaglio.

Benzina: su un pieno di 50 euro, c’è stato un aggravio di 93 cent

Questo sarebbe l’aumento in termini economici per il Codacons, considerando un rifornimento medio di circa 50 euro di benzina. Il diesel fa registrare un aumento di circa 83 centesimi. Cifre non sbalorditive, ma su un rifornimento annuo medio, l’aumento è di circa 22,3 euro per la benzina e di 20 euro per il diesel, come afferma l’Unione Nazionale Consumatori.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati