Alfa Romeo 155 GTA contro 155 DTM: sfida a colpi di Biscione [VIDEO]

Alfa Romeo 155 GTA contro 155 DTM: sfida a colpi di Biscione [VIDEO]

GTA o DTM? Voi quale scegliereste?

Alfa Romeo 155 GTA contro 155 DTM: sfida a colpi di Biscione [VIDEO]

Alfa Romeo 155. La domanda è, 155 GTA o 155 DTM? Se vi dicessero: “avete una pista di fronte a voi, potete fare giri illimitati su una solo delle due, quale scegliereste?“. Sicuramente una domanda scomoda, quasi da farci sudare freddo. Due leggende dell’automobilismo italiano che oggi vi proponiamo in un particolare video di HillClimb Monster, su YouTube. Entrambe le vetture sono state ulteriormente modificate per offrire il massimo delle prestazioni su questa tipologia di gare in salita. Non ci resta che gustarci il video e il loro sound inconfondibile.

Alfa Romeo 155 DTM, spinge fino a 12.500 giri/min

Si, avete capito bene. 12.500 giri/min è il limite massimo che può raggiungere il suo sorprendente 2.5 V6 Alfa Romeo, portato a quasi 500 CV, con testate e blocco in alluminio microfuso, 24 valvole pneumatiche e doppia accensione per ogni cilindro. Era una sorta di miracolo degll’ingegneria per quegli anni, con molte componenti direttamente derivate dal mondo della Formula 1. Montava una trasmissione sequenziale a 6 rapporti, di tipo semiautomatico elettroidraulico comandato da bilancieri al volante. Disponeva inoltre di un differenziale centrale e due differenziali autobloccanti, uno per ogni asse, contento vantare una trazione integrale davvero all’avanguardia per quegli anni. Troviamo poi sospensioni push-rod sia all’avantreno che nel retrotreno, con impianto frenante Bosch e pinze Brembo. La vettura in questione è stata ulteriormente modificata per poter superare i 500 CV e scendere con il peso sotto al muro dei 1000 kg.

Alfa Romeo 155 GTA, portata a ben 550 CV

Dopo arriva anche lei, la mitica 155 GTA, modificata però dal team di Jolly Club for Touring Car, sfruttando la meccanica della Lancia Delta Integrale, per ciò che riguarda motore e trasmissione. Il team impiegò più di 1 anno per affinare tutte le modifiche della vettura ma, da come si vede su strada, il risultato è più che soddisfacente. Il motore è stato poi a sua volta completamente rivisto, grazie all’adozione di due turbocompressori, che hanno portato la potenza complessiva ad oltre 550 CV che, grazie alla sofisticata trazione integrale, consente al bolide italiano di staccare lo 0-100 km/h in meno di 3 secondi.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati