Auto a metano: come installare e quanto costa l’impianto

Auto a metano: come installare e quanto costa l’impianto

Come poter rendere la propria vettura bifuel

Auto a metano: come installare e quanto costa l’impianto

Il risparmio è sempre uno dei temi chiave e per poterlo ottenere con la propria automobile c’è la possibilità di installare un impianto a metano, riducendo così sensibilmente i costi di carburante. È possibile convertire la vettura anche aftermarket, cioè non necessariamente al momento dell’acquisto, andando da un installatore specializzato e trasformando la vettura in bifuel.

Un costo fino a circa 2.000 euro

È possibile installare l’impianto metano anche su vetture diesel, ma costa di più e non fa particolarmente risparmiare sui consumi e, dunque, non è una pratica utilizzata comunemente. Dunque, ci concentriamo sui costi relativi alla conversione di un’auto benzina: non c’è un prezzo fisso, dipende dal modello di auto, l’anno di produzione e dalla tipologia di impianto.

Su quest’ultimo tema ci sono due categorie: l’impianto moderno con iniettori a più punti, con maggiore efficienza di rendimento, oppure quello dotato di sistema di miscelazione, meno recente ma più economico. Sul primo i costi si aggirano attorno ai 2.000 euro, mentre per il secondo sono mediamente di 1.500 euro. Ovviamente un’altra variabile è legata alla manodopera richiesta.

Per verificare il rapporto costo/beneficio, va valutato l’utilizzo dell’auto. Di media, con una percorrenza annua di circa 20.000 chilometri, è possibile ripagarsi il costo dell’impianto in circa 2 anni, per poi iniziare davvero a risparmiare sui costi di gestione. Considerando anche il fatto che, in alcune Regioni, l’auto a metano può portare ad un costo minore del bollo.

I ‘falsi miti’ sul metano

Ci sono alcuni elementi negativi, di cui si parla spesso, quando si pensa al metano. Tuttavia, con il miglioramento delle tecnologie, sono stati fatti grandissimi passi avanti ed alcuni svantaggi ora sono quasi impercettibili.

A partire dalla perdita di potenza, ormai limitata moltissimo, passando per la pericolosità dei serbatoi: ora la costruzione è più solida e ci sono diversi dispositivi di controllo. E vale anche in caso di incidente, il pericolo di esplosione è molto più basso rispetto al passato.

Il metano ha un potere lubrificante minore rispetto a benzina e gasolio e, dunque, alcuni elementi vanno sostituiti con maggiore frequenza, come filtri e candele. Tuttavia, le tempistiche rispecchiano solitamente il regolare intervallo temporale del classico tagliando a cui sono sottoposte le vetture.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati