Chevrolet Camaro: si prevede un futuro incerto per la Muscle Car

Chevrolet Camaro: si prevede un futuro incerto per la Muscle Car

Rinnovarla costerebbe troppo e il suo capo ingegnere sarebbe stato spostato nella reparto dell'elettrico

Chevrolet Camaro: si prevede un futuro incerto per la Muscle Car

La Chevrolet Camaro è una delle auto più iconiche degli Stati Uniti, insieme alla Mustang, ma il suo futuro non è mai parso così incerto come oggi. A circa 5 anni dal lancio sul mercato della sesta generazione della Camaro e circa 2 dal suo restyling, ancora si sa poco circa la sua erede che, probabilmente, potrebbe anche non arrivare mai.

Chevrolet Camaro: è veramente la fine di una storia?

Si sono alternate tantissime voci sulla Chevrolet Camaro. C’è chi affermava che sarebbe potuta arrivare solamente con una motorizzazione elettrica, chi diceva che sarebbe potuta trasformarsi in un SUV sportivo e chi invece pensa che potrebbe sparire dal mercato definitivamente. Tutte e 3 le strade ipotizzate pensiamo che non renderebbero giustizia ad un’auto così ricca di storia e di emozioni. Secondo quanto riporterebbe Motortrend, ci sarebbe un progetto aperto per la Camaro, che la vedrebbe rinnovata non prima del 2023, ma i lavori sembrano ad oggi fermi, senza alcun intento da parte del gruppo americano di procedere con il suo sviluppo. Sarebbe confermata la notizia che il capo ingegnere della linea Camaro (e sportive) sarebbe stato spostato nella divisione destinata alle auto elettriche.

Rinnovarla costerebbe troppo

Potrebbe però arrivare un “restyling del restyling” nel prossimo anno, per prolungare di altri 2 anni il look e le dotazioni dell’auto attualmente in commercio, anche perché dopo il 2023 GM vorrebbe sbarazzarsi definitivamente della sua Alpha Platform, ad oggi impiegata sulla Muscle Car. I costi di sviluppo di una nuova Camaro sarebbero quindi molto elevati, richiedendo nuovi motori, nuova piattaforma di ultima generazione ma anche capace di supportare determinate performance e determinati standard qualitativi, oltre che nuove tecnologie e l’integrazione con i sistemi di assistenza alla guida di livello 3. La ciliegina sulla torta? Anche negli USA le vendite della sportiva sarebbero in fortissimo calo negli ultimi 2 anni.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati