Suzuki Jimny 2020: stop vendite in UK, mentre in Italia…

Suzuki Jimny 2020: stop vendite in UK, mentre in Italia…

Suzuki Jimny abbandona il popolo della Regina Elisabetta, colpa delle emissioni fuori norma

Suzuki Jimny 2020: stop vendite in UK, mentre in Italia…

Suzuki UK ha comunicato che Jimny, fuoristrada compatta e punta di diamante del marchio Suzuki, non sarà più prodotta ne commercializzata. Un colpo al cuore per tutti gli appassionati fedeli alla Regina ma Suzuki (UK e non) è irremovibile. Il diktat è uno solo: “consumi ed emissioni limitati“. Ecco allora che Suzuki prepara tutta la sua gamma in completo ad essere elettrizzata dai propulsori mild-hybrid, già “indossati” da Vitara, Swift, Ignis e S-Cross, e motori di cui non potrà godere la piccola fuoristrada ormai diventata iconica nel mercato Automotive.

Purtroppo, Jimny 4×4 con cambio manuale fa registrare emissioni di CO2 è di 154 g/km mentre il resto della gamma fa registrare 95 g/km, ben al di sopra del limite di CO2 consentito dalle nuove norme. Di contro, Suzuki non sembra interessata nel riuscire ad adattare il sistema ibrido utilizzato sulle altre vetture, con il sistema da 12V o 48V che non dovrebbe poter convivere con la base della Jimny. Al suo posto, nel parco auto giapponese, farà capolino un altro SUV chiamato Across, nato dalle menti degli ingeneri Suzuki e Toyota insieme che, per l’occasione, hanno collaborato al progetto, dotando la nuova Across di un motore ibrido ma alla “spina”. L’introduzione del motore plug-in è un chiaro segnale: “Dobbiamo ulteriormente abbassare la media di emissioni e consumi”.

In Italia, Suzuki Jimny è “fuori produzione” nel senso che non è ordinabile e non ci sono scorte. Suzuki Italia non si è pronunciata in merito e rumors vogliono che il 2021 sia l’anno giusto per un nuovo stock, ma noi ci crediamo poco…

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati