Maserati Ghibli Hybrid: la prima vettura elettrificata del Tridente [FOTO e VIDEO]

Una potenza di 330 cavalli, può raggiungere i 255 km/h

Ecco la Maserati Ghibli Hybrid. La prima vettura elettrificata della casa del Tridente è stata ufficialmente presentata, con i suoi 330 cavalli di potenza complessiva ed alcuni elementi distintivi di design. Prodotto nello stabilimento di Grugliasco, sarà solamente il primo modello elettrificato del marchio, a cui faranno seguito le GranTurismo e GranCabrio 100% elettriche nel 2021.

Il colore blu per identificarla

Partendo dal design, la Maserati Ghibli Hybrid si riconosce principalmente per il colore blu, scelto dalla casa del Tridente per connotare le vetture con tecnologia ibrida. Questo colore personalizza le tre iconiche prese d’aria laterali, le pinze dei freni e la saetta all’interno dell’ovale che racchiude il Tridente sul montante posteriore. Lo stesso colore blu si ritrova negli interni della vettura.

Tra gli altri elementi distintivi, troviamo la nuova griglia frontale ed il restyling della fanaleria posteriore, con un profilo che riprende il concetto stilistico di un boomerang, ispirato alla 3200 GT ed alla concept Alfieri. Non mancano la tecnologia e la connettività, con gli ADAS ed il sistema di infotainment sullo schermo in HD da 10.1 pollici. Introdotto anche il nuovo quadro strumenti.

Può raggiungere i 255 km/h

La vera novità è, però, sotto il cofano, con il sistema mild hybrid studiato per migliorare soprattutto le prestazioni ed a ridurre consumi ed emissioni. Il motore quattro cilindri 2.0 turbo è accoppiato con un alternatore a 48 volt e con un compressore elettrico aggiuntivo (e-Booster), per raggiungere una potenza di 330 cavalli ed una coppia massima pari a 450 Nm, già a 1.500 giri.

Le prestazioni restano di livello: accelerazione da 0 a 100 km/h in 5.7 secondi ed una velocità massima pari a 255 km/h. A bordo della Maserati Ghibli Hybrid si potrà continuare ad ascoltare l’inconfondibile suono che caratterizza ogni vettura del Tridente, grazie all’ottimizzazione dello scarico, adottando dei risonatori appositamente studiati per questo modello.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati